Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Ho cercato un sorriso complice

Mi piace camminare in centro, fra le strade conosciute della mia città mi sento protetta e avvolta. E così i pensieri vagano liberi, prendono forme diverse e spesso diventano storie.
Che amo raccontare e condividere, come questo pezzo scritto qualche tempo fa.

Ho camminato fino al calar della sera.
Meditando ad ogni passo, frettolosa fra la gente ammassata.
Ho provato ribrezzo per i sorrisi fissi, su volti troppo colorati dal trucco. In profumi dolciastri e nauseanti. Osservavo, nascondendomi sotto la visiera del mio cappello ben calato: i movimenti indisturbati del menefreghismo. La velocità dell’egoismo.
Ho cercato un sorriso complice.
Sono rimasta imbambolata, riflessa nella vetrina di un negozio qualunque. Troppo a lungo, desiderando ardentemente di essere sorpresa da qualcosa.
Ho la fantasia che in mezzo alla gente non si possa scivolare come un’ombra informe. Come se fosse impossibile non essere trattenuta da tutte quelle presenze attive, apparentemente vive.
Io, con il mio mondo sulle spalle. Le fragilità, i pensieri, le mille sfumature nelle quali affondare entrambe le mani.
E ricavarne coraggio, impegno, speranza.

tumblr_static_tumblr_static__1280

Leggi anche:
Credo che esista il rosa
La luce nel vicolo
Amava arrampicarsi sugli alberi
Provare a conoscersi, ogni giorno
Filofobia

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...
  • A volte basta un bagno per rinascere, per cancellare stress, ansia e preoccupazioni. Scarpe como ...
  • Far dialogare tra loro i diversi popoli, superando le diversità linguistiche, con l’ambizione ...
  • "So Farewell, Yellow Brick Road". Mani sui tasti del pianoforte a coda e via, pronto a suonare ...
  • Fake news, perchè ci caschiamo ancora? La risposta è semplice, è il nostro cervello ad "ingann ...
  • Per la nostra sezione Sport, vi proponiamo il focus dedicato ai 32esimi di finale di Coppa Italia ...

giovedì 29 Settembre 2022