Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Serie A, il Pagellone Finale del Campionato

La stagione 2023-2024 del campionato italiano di Serie A è giunta al capolinea. Un’annata emozionante dove saltano agli occhi la vittoria dell’Inter, che ha raggiunto il ventesimo titolo della propria storia e conseguentemente la seconda stella, e l’impresa del Bologna capace dopo 60 anni dall’ultima volta di qualificarsi per la Champions League.

I voti finali a tutte le squadre:

1) Inter 10 = La stagione è stata impeccabile. Vittoria dello scudetto arrivata nel derby contro il Milan. L’acquisto rivelazione Marcus Thuram ha fatto la differenza con 13 gol e 7 assist in Serie A.

2) Milan 7,5 = Terminato il ciclo di Pioli senza riuscire ad ottenere l’ultimo trofeo ma con un secondo posto mai in discussione. Ottimi gli acquisti estivi di Reijnders, Loftus-Cheek e Pulisic che ha fatto nettamente la differenza.

3) Juventus 7 = Il girone di andata è stato straordinario mentre quello di ritorno disastroso con solamente 4 vittorie in 19 partite. Allegri ha sempre dichiarato che l’obiettivo era andare in Champions League anche se tutti si aspettavano qualcosa in più.

4) Atalanta 9 = Stagione storica per la Dea. Qualificazione Champions raggiunta, finale di Coppa Italia e, soprattutto, vittoria indimenticabile nella finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen.

5) Bologna 9,5 = Thiago Motta e i suoi ragazzi hanno fatto un miracolo ottenendo la qualificazione in Champions League. Zirkzee eletto miglior under 23 del campionato e Calafiori, pagato 4 milioni, ora è sotto gli occhi di mezza Europa.

6) Roma 5,5 = Mou esonerato e campionato concluso per il terzo anno di fila al sesto posto. De Rossi ha fatto un buon lavoro da subentrante centrando la semifinale di Europa League persa contro il Bayer Leverkusen.

7) Lazio 5 = Dopo il secondo posto dell’anno passato chiudono la stagione da settimi classificati qualificandosi per l’Europa League solamente grazie al Ranking. Sarri si dimette e arriva Tudor che conclude un campionato molto difficile in cui salutano la squadra sia Felipe Anderson che Luis Alberto.

8) Fiorentina 6,5 = La finale di Conference League persa non permette ai viola di raggiungere il trofeo tanto desiderato che avrebbe anche portato a 9 il numero di squadre italiane in Europa. Italiano lascia la squadra dopo un percorso triennale più che positivo con 3 finali disputate.

9) Torino 6,5 = Juric è quasi riuscito a portare i suoi ragazzi in Europa. Nono posto finale e Conference sfumata a causa della vittoria dell’Olympiacos contro la Viola.

10) Napoli 4 = Il peggior Campione d’Italia di sempre dall’era delle venti squadre. Campionato da brividi con tutte le scelte sbagliate. Tre allenatori cambiati in una stagione senza senso. Sarà Conte l’uomo della rinascita?

11) Genoa 7,5 = Una neopromossa che, oltre ad aver dimostrato sul campo di meritare la posizione in classifica, può vantare in rosa un giocatore dal talento superiore come Albert Gudmundsson capace di segnare 14 reti in 35 partite di Serie A.

12) Monza 7 = 45 punti in classifica con la salvezza mai discussione; non male per una squadra che è al suo secondo anno in Serie A. Palladino ha valorizzato Colpani che ha concluso il suo campionato con 8 gol e 4 assist.

13) Verona 8 = Baroni meriterebbe una statua. A gennaio vanno via tutti i titolari della prima parte e arrivano solamente giocatori sconosciuti dove su tutti spicca Noslin che ha trascinato con le sue ottime prestazioni la squadra verso una salvezza straordinaria.

14) Lecce 7,5 = Gotti subentra a D’Aversa in maniera efficace e molto positiva riuscendo a raggiungere una meritatissima salvezza con diverse giornate d’anticipo.

15) Udinese 6 = Cannavaro ha raggiunto la salvezza all’ultima giornata contro il Frosinone confermando squadra e società nella massima serie italiana per il trentesimo anno di fila.

16) Cagliari 7 = Una stagione molto sofferta ma alla fine molto positiva con l’obiettivo salvezza raggiunto. Il clamoroso 4-3 di inizio campionato contro il Frosinone grazie alla doppietta in pieno recupero di Pavoletti è risultato determinante.

17) Empoli 6,5 = Salvezza arrivata all’ultimo respiro grazie al gol di Niang in pieno recupero. Ennesima impresa per Davide Nicola che dopo Crotone, Genoa, Torino e Salernitana è riuscito ancora una volta ad ottenere il risultato massimo.

18) Frosinone 5,5 = Sfortuna e tanti rimpianti per i ragazzi di Eusebio Di Francesco che sono retrocessi al 94esimo minuto dell’ultima giornata di campionato dopo aver espresso un bel gioco e aver valorizzato tanti calciatori giovani.

19) Sassuolo 4 = Dopo 11 anni torna in Serie B con tanti rimpianti in una stagione maledetta. Berardi si rompe il tendine d’Achille, Lauriente’ è irriconoscibile rispetto allo scorso anno, Tressoldi gioca titolare in difesa, un disastro.

20) Salernitana 3 = Un’annata terribile conclusa con 17 punti. Partiti con Sousa sono passati sulla panchina prima Inzaghi poi Liverani e infine Colantuono ma nessuno è riuscito a invertire la rotta. Dia è finito fuori rosa dopo essersi rifiutato di entrare nella partita contro l’Udinese. Tutto sbagliato insomma.

 

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

lunedì 24 Giugno 2024