Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

SERIE A, IL PAGELLONE DI JUVENTUS – NAPOLI

La 31^ giornata del campionato di Serie A ha visto affrontarsi Juventus e Napoli nella partita della domenica sera alle 20.45. Una sfida bloccata, combattuta, che ha visto imporsi gli azzurri nei minuti finali di recupero grazie ad un bel gol di Raspadori sul preciso assist di Elmas. Ora gli uomini di Spalletti sono ad un passo dalla vittoria del campionato che potrebbe già arrivare durante la prossima giornata.

Pagelle Juventus:

Szczesny 6 = Partita tranquilla per il portiere polacco, non colpevole sul gol di Raspadori che ha deciso la sfida

Gatti 6 = Viene graziato per la manata che sembra volontaria su Kvaratskhelia, in generale si dimostra preciso e attento in diverse occasioni.

Rugani 6 = Come il collega di reparto gioca in maniera precisa e concentrata concedendo poco ad un attaccante come Osimhen.

Danilo 6,5 = Buona prestazione del leader bianconero, pochi spunti offensivi ma preciso nelle marcature su Lozano.

Cuadrado 5,5 = Nel finale simula tuffandosi nell’area del Napoli alla ricerca di un rigore inesistente e sul ribaltamento di fronte la sua squadra subisce il gol dell’1-0.

Miretti 6 = Meglio in fase di copertura difensiva che in quella dello sviluppo del gioco. Prestazione sufficiente.

Locatelli 6 = Un buon primo tempo con ottimi ripiegamenti difensivi, va in calando nel finale di partita.

Rabiot 6 = Meno decisivo rispetto alle ultime uscite bianconere, dove era stato spesso tra i migliori. Fatica a trovare occasioni degne di nota.

Fagioli 4 = Entra e vaga per il campo senza trovare mai la giusta posizione. Nel finale si perde clamorosamente Raspadori passeggiando come se la partita fosse già finita.

Kostic 6 = Corsa, tecnica e velocità. Queste sono le sue caratteristiche che, tuttavia, sono emerse solamente a tratti contro gli azzurri.

Soulé 5,5 = Un primo tempo di fatica, dove non trova mai lo spazio e il tempo per fare la giocata giusta. Sostituito nella ripresa.

Di Maria 6,5 = Segna il gol dell’1-0 bianconero grazie ad un’ottima ripartenza. Rete cancellata dal VAR a causa di un fallo precedente di Milik su Lobotka.

Chiesa 5 = Entra ma non trova mai il lampo o la giocata di cui è capace. Giocatore ancora indietro di condizione fisica e mentale.

Milik 5,5 = Lotta per quasi 90 minuti sul fronte offensivo della Juventus vincendo qualche buon duello contro Juan Jesus. “Rovina” la sua prestazione con il fallo ai danni di Lobotka che nega la gioia del gol a Di Maria.

Vlahovic s.v.

Allegri 6 = Un primo tempo anche brillante, una ripresa di relativo controllo. Il risultato più giusto sarebbe stato lo 0-0 perché i bianconeri hanno comunque giocato una gara attenta e persa solo per un episodio in pieno recupero.

Pagelle Napoli:

Meret 6 = Partita di controllo. Nessun intervento da segnalare per il portiere della nazionale italiana.

Di Lorenzo 7 = Grande prestazione. Non concede niente a Kostic e aiuta sempre i propri compagni anche nelle manovre offensive.

Kim 7 = Domina nei duelli fisici, di testa le prende tutte e non butta mai via il pallone.

Juan Jesus 6 = Un po’ meno preciso rispetto al compagno di reparto, avrebbe vanificato la propria prestazione positiva nel caso in cui fosse stato convalidato il gol a Di Maria vista la marcatura errata.

Olivera 6 = Controlla bene le manovre offensive della Juventus nella sua zona di campo. Si vede poco in fase di spinta.

Zambo Anguissa 6 = Una partita non eccezionale dal punto di vista del palleggio, ma la sua è una presenza fisica costante in mezzo al campo.

Lobotka 6 = Meno brillante ed efficacie del solito ma comunque fondamentale nello scacchiere tattico di Luciano Spalletti.

Ndombele 5,5 = Troppe imprecisioni nel suo gioco, specie in una squadra che è sempre concentrata nella precisione dei passaggi.

Zielinski 6,5 = Ottima giocata all’inizio dell’azione che porta al vantaggio dei partenopei. Entrato subito bene in partita.

Lozano 5,5 = Spreca un bel contropiede nel primo tempo, dimostrandosi troppo egoista in quell’occasione per aver ignorato i propri compagni liberi.

Elmas 7 = Impatto devastante nella partita. Grande voglia e grande giocata nel regalare un assist perfetto per il tiro al volo di Raspadori.

Osimhen 6,5 = Fondamentale ai fini della manovra del Napoli con la sua presenza fisica e anche mentale per i compagni in campo.

Kvaratskhelia 6 = Costantemente raddoppiato, ci prova spesso a creare superiorità numerica nell’uno contro uno ma in sostanza non crea occasioni significative.

Raspadori 7,5 = Uomo partita. Il suo gol potrebbe aver definitivamente regalato il tricolore agli azzurri dopo una stagione straordinaria.

Rrahmani s.v.

Spalletti 6,5 = Dopo la delusione dell’eliminazione dalla Champions League la sua si dimostra ancora una volta squadra. La vittoria in casa della Juventus sublima il percorso straordinario fatto da lui e da questi ragazzi. Nel corso della prossima giornata potrebbe arrivare aritmeticamente il terzo scudetto della storia del Napoli.

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

domenica 26 Maggio 2024