Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

La finale di Conference League: il pagellone di Fiorentina-West Ham

La finale della Conference League, disputata alla Eden Arena di Praga, ha visto la vittoria del West Ham per 2-1 nei confronti della Fiorentina di Vincenzo Italiano. Il gol di Bowen al novantesimo minuto ha spento definitivamente le speranze dei viola che avrebbero meritato di più. Una sconfitta difficile da digerire, nonchè la seconda finale persa dopo quella di Coppa Italia. Nel nostro consueto focus vi proponiamo il pagellone della sfida.

Pagelle FIORENTINA

Terracciano 6 = Spiazzato da Benrahma in occasione del calcio di rigore, nulla può su Bowen nel finale.

Dodo 6 = Un po’ di nervosismo ma partita di sostanza. Non commette errori grossolani.

Ranieri 6,5 = Buona prestazione. Attento e preciso negli interventi. Viene sostituito per crampi all’ottantaquattresimo minuto.

Igor 4.5 = Entra, rischia subito il giallo ed è mal posizionato in occasione del gol di Bowen. Il tutto in pochi minuti giocati. Molto male.

Milenkovic 5,5 = Contiene bene Antonio ma è responsabile di questa sconfitta, come i propri compagni di reparto, per il posizionamento sbagliato.

Biraghi 4 = Disastroso. Causa il calcio di rigore e sbaglia in maniera clamorosa i movimenti di gioco in occasione del gol subito non seguendo i compagni per mandare in fuorigioco Bowen.

Mandragora 5,5 = Gestisce e si fa vedere anche nei pressi dell’area, ma spreca la palla del 2-1 mancando il bersaglio grosso.

Amrabat 6,5 = Partecipa al gioco, distribuisce palloni ed è fondamentale nelle chiusure difensive. Buona partita.

Bonaventura 7 = Il migliore in campo dei suoi. Cuore, anima, esperienza e qualità sono le sue caratteristiche principali. Segna il gol illusorio dell’1-1.

Kouame 5,5 = Confusione. Questo è il termine che potrebbe definire la sua serata. Unica azione degna di nota il palo durante il primo tempo con un bel colpo di testa.

Saponara 5,5 = Il suo ingresso porta poco da raccontare. Riceve e gestisce pochissimi palloni non rendendosi mai pericoloso.

Nico Gonzalez 6,5 = Le iniziative più significative della Fiorentina passano sempre dai suoi piedi. Ottimo lo stacco aereo che diventa assist per il gol dell’1-1 di Bonaventura.

Cabral 5,5 = Entra ad inizio secondo tempo ma non riesce a crearsi occasioni degne di nota a parte il potenziale assist per Mandragora che avrebbe potuto portare al 2-1 viola.

Jovic 5,5 = Poco anche per lui. Si vede annullare il gol per posizione di fuorigioco e viene sostituito durante l’intervallo.

Barak s.v.

Italiano 5 = Inspiegabile come la sua difesa sia salita sul rinvio di Terracciano a pochi minuti dal termine. I cambi forse andavano gestiti diversamente. Grande amarezza per le due finali perse.

Pagelle WEST HAM

Aréola 6 = Non compie interventi di rilievo e viene salvato dal palo colpito da Kouame nel finale di primo tempo.

Coufal 6 = Abbastanza bene quando prova a salire in occasione e preciso nelle chiusure sugli attaccanti esterni viola della sua fascia di gioco.

Kehrer 6 = Entra all’ora di gioco e si limita principalmente a gestire le azioni d’attacco dei viola.

Zouma 6,5 = Buona partita. Finché rimane in campo non concede niente a Jovic e Cabral. Esce per infortunio nel secondo tempo.

Aguerd 6 = Prova positiva anche per lui sebbene debba gestire un’ammonizione per quasi tutto l’arco della seconda frazione.

Emerson 5,5 = Unica insufficienza per la sua squadra. Rimane quasi sempre bloccato nella propria zona di campo e viene ‘travolto’ dallo stacco di testa di Gonzalez in occasione dell’1-1.

Souček 6 = Partita difficile da gestire nel proprio centrocampo. Soffre le palle alte ma comunque non macchia la propria prestazione in nessuna occasione.

Rice 6,5 = Il suo tiro dal limite dell’area rappresenta l’azione più pericolosa dei suoi escludendo i gol realizzati da Benrahma e Bowen.

Paquetá 7 = A tratti si illumina e a tratti si spegne. Pregevole l’assist in profondità per Bowen che regala il secondo trofeo internazionale agli inglesi.

Bowen 8 = Provoca il rigore dello 0-1 e segna la rete dell’1-2. Il man of the match di questa finale è indubbiamente lui.

Antonio 6 = Sufficiente. Lotta e cerca sempre di dare profondità alle manovre d’attacco senza però vincere il duello fisico con Milenkovic.

Benrahma 6,5 = Glaciale dagli 11 metri. Per il resto poche azioni degne di nota con un giallo per simulazione evitabile ad inizio partita.

Ogbonna s.v. / Fornals s.v.

Moyes 7,5 = Porta a casa il trofeo preparando la partita esattamente come voleva. Lasciando il pallino del gioco in mano alla Fiorentina e sfruttando al meglio le ripartenze. I suoi ragazzi giocheranno l’Europa League il prossimo anno.

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

mercoledì 17 Aprile 2024