Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Il Trento centra la terza vittoria di fila: Carletti e Fabbri firmano il successo sul Sangiuliano City

Alessandro Fabbri in azione – Foto di Carmelo Ossanna

A Seregno, contro il Sangiuliano City, è arrivata la terza vittoria consecutiva per il Trento, nonché il quarto risultato utile in altrettante partite, che nell’occasione è riuscito per la prima volta in stagione a mantenere la porta inviolata. A segnare le reti del 2-0 finale sono stati Cristian Carletti, alla sua seconda presenza in maglia gialloblu, e Alessandro Fabbri che in questo ultimo periodo, tornato a presidiare il ruolo di terzino sinistro a lui più congeniale, sta dando un contributo importante alla causa dei trentini. Un successo maturato dopo un primo tempo nel quale le difficoltà non sono mancate e soprattutto grazie ad una ripresa dove gli aquilotti hanno saputo esprimersi al meglio passando subito in vantaggio, salvo poi raddoppiare e mettere la partita in ghiaccio.

Come anticipato, non si è trattato di una prima frazione semplice per gli uomini allenati da Bruno Tedino, tornato in panchina dopo la squalifica scontata contro la Pro Vercelli, che nei primi minuti hanno dovuto contenere l’intraprendenza e la verve agonistica mostrata dalla squadra lombarda: un quarto d’ora nel quale i gialloverdi hanno spinto sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio rendendosi pericolosi prima con Cogliati lanciato in campo aperto e ben fermato dal recupero di Fabbri, mentre in un secondo momento è stato Floriano a sprecare una ghiotta opportunità mandando alto una bella imbucata di Fusi. Nonostante un inizio arrembrante del Sangiuliano City, l’azione più pericolosa della prima frazione è capitata sui piedi di Carletti che al quarto d’ora, servito al limite dell’area da Damian, ha colpito la traversa a portiere battuto. Sembrava essere il preludio di un match intraprendente, ma tutto ad un tratto i ritmi si sono placati e l’intervallo è ben presto arrivato, mandando le squadre al riposo sul punteggio di 0-0.

Il thè caldo negli spogliatoi è sembrato far bene ai trentini che al rientro in campo hanno sfoggiato ben altro atteggiamento e, dall’essere ancorati alla propria metà campo, si sono riversati in attacco per provare l’affondo vincente: in un primo momento è stato Ballarini ad andare vicino al gol su assist di Damian, ma l’occasione vincente è arrivata poco dopo quando Carletti si è fatto trovare tutto solo sul secondo palo a raccogliere l’assist dello stesso Ballarini, mettendo in rete il pallone del vantaggio. Nemmeno il tempo di festeggiare che, appena una decina di minuti dopo, è arrivato anche il raddoppio a gelare il sangue dei tifosi del Sangiuliano City con lo scambio tra il neo entrato Di Cosmo e Ballarini che ha permesso a quest’ultimo di servire fuori area Fabbri, il quale non ci ha pensato due volte e di sinistro, con un rasoterra chirurgico, ha battuto l’estremo difensore Grandi. Una brutta botta per i padroni di casa che di lì in avanti hanno fatto molta fatica a riorganizzare le idee, con l’ipotizzabile reazione rabbiosa che non è nemmeno arrivata.

È stata una vittoria che il Trento ha conquistato con merito e che proietta i gialloblu in una situazione di classifica più gestibile, sebbene rimanga complicata, rispetto a qualche giornata fa. Sabato prossimo si tornerà al Briamasco per la sfida al Mantova di Riccardo Bocalon, fresco partente, che ha già mostrato di essersi ambientato bene nella sua nuova squadra, alla ricerca di un altro risultato utile che possa proseguire la striscia positiva costruita fino ad ora.

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

mercoledì 1 Febbraio 2023