“Inchiostro” – Karen Giacomello

inchiostro

“Inchiostro” – Karen Giacomello

Amo l’inchiostro
Quando trasborda dalla penna
Le dita si sporcano
mollano la presa
Nessun peso
Solo nero.

I tacchi non bastano
Per non affogare
Sotto le unghie
Dentro i capelli
Entra
Senza dimensione
Disperde il perimetro
Di ogni dolore.

Ritrovo i miei sogni
forse un amore
Macchia nera invadente
Sul cuore

Amo l’incongrua fusione
E disdico
Ogni compleanno
Della comune religione
Geometrica
Lineare
Come questa penna
Oramai da buttare.

Infine io
Seguo solamente
La scia lunga
Leggera
E avvolgente
Dei miei sogni
D’inchiostro
Controcorrente.

Rubriche
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Oggi raccontiamo lo "Strike" di Nicolle Boroni, 28 anni, che racconta di sé per parlare a tutti ...
  • È in libreria “UnderTrenta 2020. Souvenir di un anno x”, venerdì 19 febbraio alle ore 18:00 ...
  • Una chiacchierata con la giovane scrittrice trentina Alice Presa, in arte Alice Wood, che che ci ...
  • Cosa c’è di più interessante, di più vero, di più vivo della realtà? In ogni suo film Clin ...
  • Così, tra peccatori e vizi smart, non ci resta che aspettare, pazienti, di uscire finalmente a r ...
  • Intervista a Chiara Orempuller, giovane di Trento che ha scelto di raccontare con un documentario ...

giovedì 25 Febbraio 2021