Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Una storia americana

Nelle stesse ore in cui Joe Biden giura come 46° presidente degli Stati Uniti arriva sugli scaffali delle librerie italiane l’ultimo libro di Francesco Costa, Una storia americana, che proprio di Biden (e della vicepresidente Kamala Harris) parla.

L’elezione di Joe Biden e di Kamala Harris (la prima donna a ottenere la carica di vicepresidente) porta con sé una promessa di cambiamento e, insieme, un’ansia di ricostruzione. È indubbio che i quattro anni di presidenza Trump abbiano spaccato gli Stati Uniti come mai nella loro storia recente, esacerbando differenze e divisioni e facendo riaffiorare vecchie ferite mai davvero rimarginate. Biden raccoglie questa pesantissima eredità e, con essa, un compito per nulla agevole: doverla superare.

Il libro racconta anche questa sfida. “Anche”, perché Una storia americana è tante cose. Prima fra tutte è la storia di Biden e di Harris e del loro vivere (e cercare di combattere) i grandi problemi che l’America attraversa dagli anni Settanta ad oggi: la droga, la criminalità, il razzismo, la violenza della polizia. Questa storia (che si potrebbe anche scrivere con la S maiuscola) si intreccia poi alla biografia dei suoi due protagonisti.

Per usare un’espressione di Costa, Biden è un uomo che ha vissuto quattro vite in una: a ogni grande successo ha fatto da contraltare un lutto – la prima moglie, il figlio Beau – che ha segnato il suo modo di essere e ha formato la sua sensibilità.

Similmente, anche Harris ha dovuto affrontare enormi difficoltà, inevitabili per una giovane donna di colore (per giunta in carriera) in un mondo dominato da uomini bianchi. Costa insiste molto su questo: non si può davvero capire quanto Biden e Harris – pur all’apparenza così diversi – siano perfetti l’uno per l’altra se non si tengono a mente i loro trascorsi pubblici e privati e la lunga (e spesso accidentata) strada che hanno percorso.

Questo li renderà anche il miglior ticket presidenziale nella storia degli Stati Uniti d’America? Probabilmente no, o comunque è troppo presto per dirlo. Ma certamente hanno tutte le carte in regola per mantenere quella promessa di ‘inversione di rotta’ che gli Stati Uniti e il mondo intero si aspettano.

Infine, tra i meriti del libro c’è anche un aspetto più prettamente letterario. Francesco Costa scrive Una storia americana con una scorrevolezza narrativa che risulta rara in un libro di analisi politica. Per cui, banalmente, non si limita a scrivere (bene) di cose interessanti, ma scrive di quelle cose con quel fascino e con quel pathos che rendono questo libro più simile a un romanzo. Insomma, una lettura davvero utile e piacevole.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

sabato 3 Dicembre 2022