Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

“Ragazze in capo al mondo: storie di esploratrici e di viaggi” di Laura Ogna: dieci esempi di viaggiatrici che hanno raggiunto il loro obiettivo

“Viaggiare è una cosa da uomini” dicevano in passato. E lo stesso valeva per molte altre attività: studiare, lavorare, scalare le montagne… Questo luogo comune è stato preso sul serio per molti anni, fino a quando alcune donne coraggiose e determinate come Gertrude Bell, Nellie Bly, Freya Stark e molte altre hanno sfatato tale mito. Lottando contro i pregiudizi della società, emancipandosi dalle proprie famiglie e affrontando le proprie paure, queste donne hanno cambiato la storia, facendo del viaggio uno stile di vita.

Il libro “Ragazze in capo al mondo: storie di esploratrici e di viaggi” – scritto da Laura Ogna e illustrato da Giulia Sagramola – riporta dieci esperienze di donne che, nel corso dei secoli, si sono fatte strada nel mondo del lavoro e dello sport esaudendo uno dei loro più grandi desideri: visitare terre inesplorate. Ogni capitolo riporta un’esperienza di vita delle giovani protagoniste partendo da un loro ricordo o da una riflessione che le spinge, poi, a narrare le sfide che la vita ha loro riservato. Ogni donna svolge un mestiere a sé, e gli unici elementi che le accomunano sono l’impegno, l’astuzia e la determinazione nel raggiungimento dei propri obiettivi.

A prima vista, sembrerebbe che i racconti riportati dall’autrice si rivolgano per lo più ad un pubblico femminile, in cerca di vicende che valorizzino l’importanza della parità di genere. Oltre a ciò, però, questo libro raggiunge anche altri intenti. Senza nessuna pretesa di indottrinare i lettori, l’autrice riporta delle storie da cui tutte e tutti possiamo prendere ispirazione sia quando vogliamo viaggiare, sia quando, nel corso della vita, ci troviamo a dover affrontare degli imprevisti apparentemente insormontabili.

Con questa raccolta di brani, Laura Ogna insegna al pubblico che chiunque, con i giusti mezzi, può viaggiare e che non esiste un solo tipo di viaggio: ci si può spostare per lavoro, per passione, per sport… in compagnia o in solitaria. L’importante è trovare un pretesto per allontanarsi dalla propria comfort zone, perché ogni esperienza lontana da casa può farci scoprire aspetti del nostro carattere che non conosciamo e ci fornisce gli strumenti per affrontare situazioni nuove e inaspettate.

Il linguaggio semplice e informale, la presenza di molte immagini illustrate e la scelta di riportare le esperienze in prima persona facilitano la lettura, rendendola accessibile ad un pubblico di giovani ragazzi e ragazze dagli undici anni in su. La singolarità delle avventure vissute dai personaggi, invece, rende queste storie interessanti anche per un pubblico adulto che, attraverso una lettura leggera, vuole sognare ad occhi aperti e trarre spunto per organizzare un viaggio insolito.

Che siate dei viaggiatori o meno, consigliamo questo libro come lettura estiva e auguriamo a tutti di vivere, almeno con la fantasia, un’avventura emozionante come quelle riportate da Laura Ogna.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

venerdì 14 Giugno 2024