Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

L’interpretazione dei sogni: Freud riletto da Stefano Massini

Foto © Filippo Manzini

Sulle note del violino di Rachele Innocenti e sullo sfondo di un grande occhio pronto ad indagare la psiche umana si apre il nuovo spettacolo di Stefano Massini, L’interpretazione dei sogni, primo appuntamento del nuovo anno della stagione di prosa 2023-2024 del Centro Culturale Santa Chiara di Trento.

Primo italiano a vincere un Tony Award – l’Oscar del teatro americano -, oltre ai Drama League Award e Outer Critics Circle Award 2022, l’autore fiorentino è ormai un habitué del Teatro Stabile di Bolzano, con il quale aveva già collaborato in Eichmann. Dove inizia la notte, visto sul palco trentino a marzo 2022. Oltre al TSB quest’ultimo lavoro vanta la coproduzione di Fondazione Teatro della Toscana e di Teatro di Roma e la collaborazione con il Piccolo Teatro di Milano e con il Teatro d’Europa.

Liberamente ispirato all’omonima opera di Sigmund Freud, Massini rielabora momenti fondamentali della vita del padre della psicanalisi che lo hanno portato all’elaborazione delle sue teorie, a partire dalla giovane governante scappata, abbandonando il servizio, perché doveva “proteggersi dal Sig. Freddo” – il ladro che le sarebbe entrato dall’occhio per rubarle i segreti – all’ultimo caso clinico analizzato dal terapeuta nei propri scritti.
La chiave di lettura dei sogni giunge a Freud per mezzo di un politico viennese, famoso per essere un abile oratore: “Il segreto per parlare della Prussia, mio caro dottore, è parlare della Cina”. Non è forse questo che facciamo nei sogni? Nascondiamo la Prussia dietro la Cina: creiamo delle messinscene per celare qualcosa a noi stessi e quando alla fine capiamo cosa sia, è troppo tardi per tornare indietro.

Coadiuvato dalle musiche di Enrico Fink – mirabilmente eseguite dalla già citata Innocenti insieme a Saverio Zacchei (trombone e tastiere) e Damiano Terzoni (chitarre) –, proprio sul concetto di messinscena Massini costruisce la dialettica tra spazio onirico e palcoscenico teatrale. Non a caso il titolo originario de L’interpretazione dei sogni era Drammaturgia onirica. Attraverso la propria voce l’autore dà vita ad una galleria di personaggi, ognuno con il proprio sogno da sottoporre all’interpretazione di Freud, che puntuale ne decodifica la messinscena. La finzione onirica si mescola così imprescindibilmente con quella teatrale davanti agli occhi increduli degli spettatori, che non possono che ammirare il disvelarsi dell’inganno, finché non sarà troppo tardi: cadute le maschere, dietro restiamo solo noi.

 

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

sabato 2 Marzo 2024