Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Io frequento le librerie!

Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura / 24 marzo

Alcuni fanno sport estremi, come bungee jumping o paracadutismo. Io frequento le librerie. Almeno due volte alla settimana. Per farmi del male, per correre un rischio qualsiasi, per provare emozioni forti. E quando sento che è la giornata giusta, quando il vento soffia nella giusta direzione, compro persino un libro. La realtà è che è sempre la giornata giusta per comprare un libro ed è lì, in quell’istante, che scatta la magia: vado alla cassa con in mano il mio libro nuovo, profuma ancora di stampa e mi sento entusiasta come una bambina a Natale. La commessa mi guarda, non sbatte mai le palpebre: sono 14 euro grazie. Ecco a lei. Brividi lungo la schiena: devo leggerlo, subito.

Potevo possedere qualunque cosa, potevo scegliere tantissimi modi per trascorrere il mio tempo libero, potevo avere mille passioni. Eppure, l’unica cosa che mi ha sempre affascinato sono sempre state loro, le parole: lettere, suoni, idee, opinioni. Ho sempre voluto appropriarmi delle parole: leggerle, rileggerle, sottolinearle, storpiarle, distruggerle, rimetterle al mondo. Così ho iniziato a leggere, a collezionare libri, qualsiasi pagina mi passasse tra le mani doveva prima o poi entrare a far parte della mia vita. Volumi antichi, nuovi, edizioni perdute e poi ritrovate, copertine mai sfiorate e altre logorate dal tatto inesperto e inconsapevole degli anni trascorsi. Libri profondi, incollocabili, incatalogabili, quelli che disorientano un libraio quando deve sistemarli a scaffale, libri che per trovare una collocazione tra le nostre convinzioni, ci costringono a sconvolgerle. Ma anche libri carini, libri fotogenici, libri che cercano un modo per fare pace con il mondo, libri che tranquillizzano, libri che mettono ordine dentro, libri che si possono raccontare in due parole, che hanno una trama semplice e lineare. E poi ci sono QUEI libri. I libri che ti privavano perfino dello sforzo di aprirli, quei libri che sono e non possono che essere tuoi. Io ho scelto i libri, perché solo chi legge e, di conseguenza, scrive può esistere. Leggere e scrivere perché un desiderio prenda forma, gli occhi si inumidiscano e perché la vita di cui tutti siamo i protagonisti smetta di essere una finzione. Leggere per tutti quei finali che possiamo scegliere di riscrivere e tutte quelle pagine che non vorremmo mai finire.

Oggi 24 marzo è la Giornata Nazionale per la Promozione della Lettura, una ricorrenza che ci ricorda che ogni pagina vuota alla fine di un qualsiasi libro può in potenza essere un nuovo inizio e che ci invita ogni giorno ad affidare a un foglio bianco i nostri desideri.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

mercoledì 1 Febbraio 2023