Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

I segreti dell’arte contemporanea? Ce li spiega Alchemica

Talvolta non si capisce niente! Abbiamo paura di ammetterlo, ma la verità è che l’arte, soprattutto quella contemporanea, necessita di una preparazione dotta, spesso noiosa, prima di essere apprezzata o solamente guardata con un minimo di interesse.

Ed è così che la distanza tra l’arte e le persone comuni si allunga. C’è chi ha poco tempo, chi ha poca dimestichezza con le frasi pompose dei critici, chi vorrebbe solo lasciarsi trasportare dalle emozioni che dà l’arte, potendo staccare il cervello, chi è giovane e non ha la pazienza di informarsi per ore sui libri, prima di guardare una mostra.

Per tutte queste persone, ma anche per le altre, per chiunque sia curioso di capire dal vivo cosa significa “fare arte”, Alchemica ha ideato una serie di incontri ad hoc.

Si tratta dell’iniziativa “Oblò. Viaggio nell’arte contemporanea”. Attraverso due tipologie di approcci, “parole” ed “esperienza”, chiunque può incontrare artisti ed autori faccia a faccia, godendo non solo della loro presenza, ma anche del loro punto di vista sui vari temi che si affronteranno.

Inoltre la parte d’esperienza diretta è un’iniziativa decisamente unica nel suo genere, poiché permette un’immersione totale nel mondo dell’artista. Il viaggio prevede una vera e propria permanenza fisica nei luoghi della creazione delle opere, nelle case e nei laboratori di chi ha fatto della propria passione un lavoro. E proprio perché arte significa anche lavoro, fatica, costanza e dedizione, quale migliore occasione per sperimentare tutto questo di persona? Per grandi e piccoli.

I primi artisti che si sono resi disponibili a questi incontri sono tre: Margherita Paoletti (sabato 10 ottobre), Denis Riva (sabato 24 ottobre) e Laurina Paperina (sabato 7 novembre).

Sono tutti diversi, ma ognuno di loro rappresenta, grazie alla loro arte, un vero e proprio universo. Il privilegio che offre Alchemica è un ponte tra quel loro universo ed il nostro, aggiungendo il vantaggio di guardare ad occhi nudi, senza filtri, qualunque dettaglio i nostri cinque sensi possano portare via da un’esperienza così ricca.

L’arte è creazione, inizio e fine di tutto, la magia che ci dà ossigeno anche quando ci sentiamo soffocare dai mille pensieri, l’ascensore per salire in alto, sopra tutte le bruttezze del mondo.

Insomma, quando ricapita di poter fare un viaggio alchemico?

Ah giusto! Alchemica non si ferma mai.

Grazie al suo Direttivo, composto da Virginia Sartori, Valentina Campregher, Alessandra Lamio, Sara Cao, Mirko Uber e Filippo Nicolò Massaro, i suoi progetti, dal 2014, fanno sempre lo stesso effetto: una stella cadente che non cade ma splende e si appoggia meravigliosa in questo caso proprio sul territorio trentino. Che fortuna!

Sulla scia di questa stella, si inserisce anche “What a Wall. Street Art Tour Trento”. In questo caso il prossimo appuntamento è per il 16, 17 e 18 ottobre 2020, giornate durante le quali potremmo guardare la creazione di un vero e proprio murales, dall’inizio alla fine, sulla facciata esterna dell’edificio CTOlmi24 . Per questo e per gli altri progetti, visitate i social ed il ricchissimo sito dell’Associazione.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

martedì 6 Dicembre 2022