Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

L’amore per la cultura? Condividilo con “Afroditelo”

Una sera, Rebecca dice ai suoi coinquilini: “Diventerò un’influencer di cultura”. Lì per lì sembra uno scherzo, ma piano piano l’idea si concretizza e nasce “Afroditelo”, una pagina Facebook e Instagram – ora anche blog e, a breve, associazione – dedicata a diffondere l’amore per la cultura. “Il nome non è casuale: Afrodite è la dea dell’amore”, spiega Rebecca Sandri, studentessa di Economia e Gestione della Cultura all’Università di Venezia. “Il nostro motto, infatti, è shara l’amore, shara la cultura”.

La pagina ha aperto i battenti nel settembre del 2018. “Nel giro di due, tre giorni avevamo tutto: logo, slogan e tante idee”, racconta Martina Bazzanella, studentessa di Editoria e Giornalismo all’Università di Verona, che ha lanciato la pagina assieme a Rebecca e a un’altra amica, Maria Chiara Bazzanella.

Solitamente, ogni giorno della settimana è dedicato a qualcosa di diverso: il lunedì si parla di libri e il martedì di arte, mentre il weekend è il momento giusto per i suggerimenti cinematografici. “I primi contenuti erano dedicati ad alcune mostre che sono state allestite nel nostro paese di provenienza, Cavalese, e a Predazzo”, spiega Rebecca. “Con la nostra pagina, infatti, vorremmo far capire a chi ci segue che il Trentino è pieno di cultura, anche se non se ne parla mai abbastanza”.

Va in questa direzione una rubrica curata da Maria Chiara, che ha intervistato alcuni giovani artisti trentini. In questi mesi, poi, “Afroditelo” sta presentando le storie di dodici artisti trentini di ieri e di oggi, raccontate dallo scrittore Abram Tomasi e illustrate da Ilaria Gasperotti. “In Trentino c’è tanta materia prima. Basta vedere, banalmente, l’adesione che raccolgono ogni anno i Suoni delle Dolomiti”, afferma Martina. “È un’idea bellissima, prendere la musica e portarla in montagna. Perché la montagna è anche questo, e ci sono tantissimi modi per valorizzarla. Bisognerebbe cercare di svecchiare la mentalità e riscoprire quello che abbiamo. Anche dal punto di vista culturale”.

Il team di “Afroditelo” accoglie anche una serie di rubriche, tra le quali una dedicata alla fusione di cucina e cultura e una che si occupa della relazione tra arte e fiori. C’è anche la serie “Afroditecelo”. “Puntiamo tanto sul rapporto con gli altri, proprio per condividere il nostro amore per la cultura”, dice Martina. “Con questa rubrica vogliamo dare a tutti l’opportunità di scrivere un articolo o un post per raccontare un’esperienza culturale particolarmente interessante, che noi poi rilanciamo”.

Rebecca, Martina e Maria Chiara si occupano ognuna di un “pezzettino” diverso di cultura. “Mi piace pensare che in qualche modo ci completiamo”, conclude Martina, che per anni ha fatto teatro, ed è appassionata, oltre che di letteratura, di cinema e serie tv. Rebecca, invece, ha iniziato a cantare sin da piccolissima; una passione che ha portato avanti assieme all’amore per la lettura e per l’arte, che ha approfondito all’università, con un Erasmus a Vienna. Tra non molto, “Afroditelo” cambierà la sua veste grafica sui social e diventerà un’associazione. Un traguardo che sarà festeggiato con un evento al quale saranno invitati tutti gli amanti della cultura.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

venerdì 14 Giugno 2024