Voci dall’Europa: abbattere le barriere mentali

Riflessioni sull'Unione Europea nell'evento "Oltre le mura"

Dell’Unione Europea si sente parlare in continuazione, da dietro a uno schermo, attraverso i politici e sui banchi di scuola, ma le nuove generazioni sanno cos’è davvero l’Unione Europea? E soprattutto sono pronte ad accoglierla come un’idea concreta e vicina? Agli inizi questa veniva considerata sinonimo di uguaglianza, non capendo però la differenza tra uguaglianza morale e omologazione culturale, spesso forzata. Col passare degli anni gran parte delle persone hanno imparato a convivere con le differenze altrui, cercando di vedere in questo un valore aggiunto. Dall’altra parte, chi lascia la propria casa e ciò a cui tiene con la speranza di trovare in quello che dovrebbe essere un buon sistema europeo l’opportunità di crearsi una vita nuova, trova spesso difficoltà d’integrazione a causa delle barriere mentali che un sistema forte, l’Unione Europea, non riesce ancora ad abbattere. Sarebbe un vero peccato se tutti gli sforzi che sono stati impiegati andassero perduti.

 

 

Anonimo

razzismo

Attualità
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Per la rubrica "Underword", un viaggio alla scoperta della parola "ondivago" che, uscendo dalle p ...
  • "Visioni d'Europa 2020" un percorso di incontri online per comprendere e approfondire alcuni dei ...
  • In pochi sanno che cosa significhi veramente trovarsi in una tin can sospesa tra le stelle, a tut ...
  • Apre a Trento il nuovo Soul Kitchen Bistrot. I giovani titolari Sergey Ryabstev e Davide Miccich...
  • E allora ci sediamo sul divano col telefono in mano, condannandoci alla tanto comoda tecnologia c ...
  • Per la nostra rubrica "Giovani e Lavoro" abbiamo incontrato Marco Tettamanti, giovane mastro birr ...

domenica 20 Settembre 2020