Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

L’informazione sarà sempre più Internet?

Internet è un “mare” d’informazioni: sulla rete è possibile reperire di tutto e di più, dalle guide in stile “come fare” alle notizie che trovano poco spazio sui giornali cartacei, dai dati scientifici delle riviste più accreditate alle fake news più inverosimili. E in questo mare sta immergendo un numero sempre più consistente di affezionati, che si lasciano alle spalle, spesso, i media tradizionali. È un bene? È un male? Come per tutte le domande complesse le risposte non possono essere nette. È del tutto evidente che il mare dei social è pescoso, ma seriamente insidioso. Nella moltitudine variegata dei suoi abitatori c’è molto di buono, anche di ottimo, ma altrettanto di cattivo, di insano, persino di velenoso. L’importante è saper scegliere, valutare l’attendibilità delle fonti, non accontentarsi di navigare in superficie ma avere la voglia e la passione di approfondire, di entrare più nel merito.

Senza addentrarsi nel labirinto problematico delle fake news, che ci porterebbe altrove, è comunque importante sottolineare che i social sono ad un tempo il regno del vero e del falso, e che per districarsi ci vogliono buon senso e voglia di verità provata, non solo postata. Detto questo, l’accessibilità, l’immediatezza, la vastità e la varietà di internet rappresentano una strabiliante opportunità di informazione che ha relegato ad un ruolo più contenuto la più tradizionale regina dei media: la carta stampata. Lo conferma anche la crescita ragguardevole della percentuale di chi legge i giornali su internet (circa un terzo della popolazione). Nonostante ciò, appare improbabile che questa dinamica riuscirà ad eliminare un media suggestivo ed affettivamente radicato come è la carta stampata. Questo anche perché la sensazione dello sfogliare un giornale e il fruscio delle pagine hanno un fascino che nessun “scrolling” digitale potrà probabilmente sostituire.

Detto questo, l’importante è capire la portata dei social, la dinamica che li muove, e soprattutto comprendere come, dal mare delle informazioni, il “pescato di giornata” possa essere di buona qualità.

Il mare di informazioni sul web rappresenta una grande opportunità da cogliere o un labirinto inestricabile che accentua il rischio di un’informazione sempre più approssimativa? Gli allarmi che spesso si lanciano sulla pervasività di internet sono fondati, o frutto dell’incapacità di cogliere il segno dei mutamenti tecnologici e di costume?

#LaSfida di UnderTrenta è aperta a tutti: autori e lettori. Inviaci la tua riflessione! Sfida accettata?

Attualità
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

giovedì 8 Dicembre 2022