Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Una chiacchierata con il monaco buddista Van Seiun

Il monaco buddista Ven Seiun è abate del piccolo tempio Tenryuzanji nel Tesino e opera sia in Trentino che in Veneto. Con grande curiosità lo abbiamo incontrato: ne è uscita quest’intervista che oggi vi proponiamo.

Cosa significa essere un monaco buddista?

Significa portare avanti gli insegnamenti del Buddha, che risalgono a 2500 anni fa, nella vita quotidiana: si tratta di una filosofia di liberazione che si compone di logica, etica, morale, precetti che servono ad aiutare nella vita quotidiana e a non sbagliare strada. Essere monaco oggi significa anche saper dire di no quando necessario e quando questo “no” è figlio di un netto ragionamento, di un’osservazione attenta dei fenomeni attorno a noi. Sicuramente significa coltivare la propria mente, tutelarla e aiutare chi desidera fare la stessa cosa.

Quando hai intrapreso questa via?

Ho iniziato quando ero molto giovane, a circa 15/16 anni: non conoscevo questa filosofia ma sentivo una spinta verso la vita religiosa. Ho iniziato con la lettura di alcuni libri e a 18/19 anni ho fatto la mia prima esperienza in un centro buddista, decidendo poi di aderire a questo insegnamento: esso era perfettamente allineato con le mie formazioni mentali. Sono sempre stato affascinato dalla logica e nel buddismo ho trovato una linea di loici che mi ha “sedotto”.

Ci racconti la tua giornata tipo?

In realtà ogni giornata è diversa, con alcuni punti fermi: la sveglia è alle 5:30 e dalle 6 alle 7:30 c’è la pratica della mattina – composta dalla meditazione e dalla preghiera (Sutra e Mantra) – e alle 18:00 quella della sera, uguale alla prima. Il resto della giornata lo riempio con ciò che c’è da fare, anche con questioni “mondane” (spesa, faccende burocratiche…), oppure incontro le persone, ascoltando e aiutando, interiormente, chi ha necessità. Insegno poi arti marziali: faccio lezioni a gruppi di giovani. Il nostro tempio prevede, infatti, l’arte marziale come ulteriore strumento di formazione dell’individuo.

Cosa desideri trasmettere?

Credo nella possibilità di ogni essere umano di salvare sè stesso: ogni persona è in grado di rafforzare e coltivare la propria mente, liberandosi soprattutto dagli inganni del mondo convenzionale. Cerco di trasmettere questo soprattutto alle giovani generazioni che sono sempre più appiattite, vincolate, illuse, dipendenti da ciò che la mondanità offre attraverso un luccichio. Rimangono abbagliati: noto incapacità di ragionare con la propria testa, di dire no e di andare contro a stupidaggini trasmesse anche da falsi maestri o autorità. Mi impegno, insomma, a far capire loro come si può vivere ragionando autonomamente.

Ci spieghi il percorso per diventare monaci?

Bisogna capire che è questo il percorso che si vuole intraprendere, trovare un tempio, trovare un maestro che accetti il candidato come suo discepolo e da lì si inizia un percorso di studi per la formazione monastica, prima da novizio e poi da monaco.

Come vive un monaco buddista?

Il monaco buddista vive con semplicità e serenità. Cerca di abbandonare la via del possesso, dell’accumulare senza senso e cerca di vivere onestamente secondo gli insegnamenti del Buddha. La società di oggi è mentalmente spenta e triste, ma vedo anche dei germogli qua e là: c’è quindi ancora speranza che la società si possa risvegliare. Spetta a chi vede già le cose come sono aiutare gli altri che ancora non riescono. Non basta riempirsi la bocca di belle e sagge parole, bisogna saper incarnare gli insegnamenti altrimenti siamo solo dei pappagalli spenti. E’ necessario elaborare i ragionamenti.

C’è un consiglio, generale, che vorresti dare?

Concludo con un consiglio che arriva direttamente dal Buddha: non prendete mai una decisione in maniera arbitraria ma approfondite sempre, investigate. Il buddismo è investigazione continua. Non prendete mai nulla a scatola chiusa.

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

martedì 6 Dicembre 2022