Ho scritto un libro, come posso pubblicarlo? Edizioni del Faro risponde

Edizioni del Faro nasce nel 2012 e fa parte del Gruppo Editoriale Tangram. Quest’ esperienza editoriale nasce da un gruppo di studenti dell’Università di Trento che si erano riuniti in una cooperativa. Dopo gli studi hanno mantenuto la passione per l’editoria ed hanno così dato vita ad una casa editrice. Si tratta di una casa editrice giovane il cui nome richiama il faro che domina il mare, luce che illumina l’oscurità e diviene metafora della luce interiore che illumina la parte più nascosta del nostro io. Da qui nasce la poetica del faro di Svevo che la identifica con il momento dell’ispirazione, dell’intuizione e del sentimento. Edizioni del Faro nasce proprio per mettere in luce chi vuole condividere questi momenti con una comunità di appassionati di scrittura: un’apertura, un incontro tra lettori e autori.

Ho scritto un libro, come faccio a pubblicarlo?

Oggi ci sono diversi modi per un aspirante scrittore di poter pubblicare un libro: c’è il self publishing, c’è la possibilità di pubblicarlo in formato cartaceo o ebook e rimane la classica possibilità di rivolgersi ad una casa editrice. Ognuno ha le proprie aspirazioni quando decide di condividere con gli altri una propria esperienza letteraria e quindi la scelta della modalità di pubblicazione seguirà anche le finalità dell’aspirante scrittore.

Perché rivolgersi ad una casa editrice e non optare per l’autopubblicazione?

La differenza fondamentale sta nel fatto che se uno pubblica da solo non potrà avvalersi di alcuni servizi e delle professionalità che i componenti di una casa editrice possono mettere a disposizione per migliorare il prodotto editoriale finale. L’autore viene seguito in tutte le fasi che riguardano la pubblicazione di un libro: dalla lettura iniziale fatta da un comitato di persone competenti, all’editing, all’impaginazione grafica del libro e della copertina; per non parlare del post: una volta pubblicato un libro c’è tutto il lavoro di distribuzione che non è affatto scontato e implica un ufficio stampa e social, la promozione e organizzazione di eventi, la partecipazione a fiere, festival e a dibattiti letterari.

Come trovare la casa editrice giusta?

Quando si cerca la casa editrice giusta per la propria pubblicazione è importante verificare la serietà dell’azienda e la chiarezza delle sue proposte. Noi puntiamo molto su questo per non illudere nessuno. Fondamentale è il rapporto di fiducia che si deve instaurare tra autore ed editore.

Hai quindi un libro nel cassetto? Non ti resta che proporlo alla casa editrice che ritieni adatta e… In bocca al lupo aspirante scrittore!!

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Oggi raccontiamo lo "Strike" di Nicolle Boroni, 28 anni, che racconta di sé per parlare a tutti ...
  • È in libreria “UnderTrenta 2020. Souvenir di un anno x”, venerdì 19 febbraio alle ore 18:00 ...
  • Una chiacchierata con la giovane scrittrice trentina Alice Presa, in arte Alice Wood, che che ci ...
  • Cosa c’è di più interessante, di più vero, di più vivo della realtà? In ogni suo film Clin ...
  • Così, tra peccatori e vizi smart, non ci resta che aspettare, pazienti, di uscire finalmente a r ...
  • Intervista a Chiara Orempuller, giovane di Trento che ha scelto di raccontare con un documentario ...

giovedì 25 Febbraio 2021