Recensione allo spettacolo “Pueblo”

di e con Ascanio Celestini

ascanio-celestini-650x370

Ascanio Celestini è il solito; praticamente solo davanti allo spettatore, tesse il mondo che descrive utilizzando una raffica di parole, alternando battute ad invettive, ripetendo periodicamente slogan che man mano diventano familiari.

Sarà l’associazione con una scenografia essenziale ed elegante, sarà per il tappeto musicale cui appoggiarsi, sarà per alcune buone trovate come l’utilizzo di lampade frontali in una delle scene più toccanti in cui il teatro è completamente immerso nel buio, ma credo che questa opera gli sia riuscita particolarmente bene. I protagonisti della sua narrazione, che abitano la periferia di Roma, ma che possono incarnare le marginalità presenti nel mondo, sono credibili, quasi tangibili grazie all’uso misurato della retorica e ad un’ironia tipicamente romana, che addolcisce i contenuti più aspri.

Anche se si assiste all’ennesima replica, si ha l’impressione che Celestini stia raccontando una vicenda ad un gruppo di conoscenti che ha incontrato per strada o in un locale, solo per il gusto dell’intrattenimento, con freschezza ed un briciolo di improvvisazione.

 

Leggi qui per saperne di più sullo spettacolo

 

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Aspettando il #TEDxtrento vi raccontiamo cos'è #TED e qual'è la sua mission: Ideas worth spread ...
  • Chi sono gli #intellettuali contemporanei di riferimento? Domande e riflessioni sulla #società e ...
  • Mascherarsi per #Halloween ci fa un po' tornar bambini? I #LEGO ancor di più! https://t.co/G44lec ...
  • Conosciamo Franza Sozzani, editor nel mondo della moda italiana e mondiale #moda #film #recension ...
  • Per informarsi bene bisogna avere buona capacità di #interpretazione e #menteaperta. https://t.co ...
  • #Mappiato: viaggio intorno al mondo con le canzoni di Franco #Battiato https://t.co/Gx0aK44cOW h ...

mercoledì 29 novembre 2017