Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Andar contro Natura

Storie comparate di ordinari modi di dire

Andar contro Natura

Dopo le innovative dimissioni di Ratzinger, due espressioni italiane hanno subito, nel bene e nel male, uno scossone significativo: “ogni morte di Papa” e “morto un Papa se ne fa un altro”.

Questa volta il Papa non è morto, è stato sostituito.
Per evitare improvvise oscillazioni semantiche, sarebbe stato forse più semplice seguire l’esempio della lingua di Albione: al cattolicesimo italico (pervadente anche nei modi di dire), gli inglesi contrappongono la Natura.

Figli di una filosofia naturalistica o eternamente nostalgici di una cosmologia pagana, per esprimere la rarità di un evento utilizzano l’espressione once in a blue moon riferendosi all’insolito fenomeno della seconda luna piena del mese. Life goes on affermano, invece, quasi con leggerezza, per indicare la vita che non si ferma.

Contro la caducità e l’instabilità dell’essere umano, la luna e la vita sono poste come entità superiori e immutabili di riferimento.
De Rerum Natura direi… ma forse quella è un’altra storia.

UnderWord
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

mercoledì 21 Febbraio 2024