“Sport, fiducia e responsabilità sociale”, Archè si racconta ad Undertrenta

Avviare, attraverso aspetti di innovazione e ricerca, la possibilità di migliorare l’inclusione sociale e l’educazione delle persone fragili e svantaggiate, promuovendone il benessere, la qualità della vita, la salute, aiutandole inoltre ad implementare le loro abilità individuali e sociali: questi gli obiettivi della Cooperativa sociale Archè, realtà trentina attiva dal 2005.

Abbiamo incontrato, per approfondire la conoscenza di questa realtà, il responsabile della comunicazione Lorenzo Pupi.

La squadra di Archè – ci spiega – è composta da soci lavoratori e soci volontari, collaboratori e volontari esterni che, perseguendo i valori della reciprocità, fiducia, responsabilità sociale, mutualità e solidarietà concorrono nell’ideare ed attuare progetti, iniziative, servizi educativi nelle scuole ed eventi al fine di raggiungere i propri obiettivi sociali ed assistenziali.”

Negli ultimi cinque anni Archè si è sempre più specializzata nell’ambito delle metodologie sportivo-educative applicate a processi di miglioramento delle relazioni sociali di persone con Disturbi dello Spettro Autistico o disabilità cognitive in generale, avviando inoltre una collaborazione con le facoltà di Psicologia e Scienze Cognitive di Rovereto e di Scienze Motorie di Verona.

Ne è scaturito  – specifica Lorenzo –  lo sviluppo di due filoni di studi preliminari di ricerca che hanno portato alla formulazione di due metodologie: il SupAbility e il SailAbility. Attraverso l’avvicinamento e la pratica – rispettivamente – del Sup Surf e della barca a vela, hanno dato la possibilità a molti giovani con autismo ad alto, medio e basso funzionamento di praticare un’attività sportiva continuativa durante il periodo estivo, fungendo anche da sostegno alle famiglie”.

Dalla sintesi di queste metodologie, poi applicate anche al kayak o altre attività come il Longboard skate e il Nordik Walking, quest’anno nasce l’offerta Archè Camp: “Un progetto frutto di un percorso di accompagnamento di impresa sociale sostenuto da Fondazione Caritro e con il contributo di enti privati che hanno creduto e credono in questa iniziativa che rappresenta un’opportunità concreta di vacanza accessibile sul territorio trentino. Un lavoro frutto di un percorso basato sulla ricerca della qualità e della professionalità per dare la possibilità a tutti di vivere una vacanza accessibile a 360° con un’attenzione rivolta sia alle famiglie che ai giovani coinvolti.”

Tra le altre novità progettuali di quest’anno spiccano anche la partecipazione ad un importante progetto Europeo denominato SISAAP – Sport per aumentare la socializzazione e le capacità delle persone autistiche –  in collaborazione con Ass. NuoveRotte, la Federazione Trentina delle Cooperative e tre realtà straniere: Savez udruga za autizam Hrvatske (Croazia), Fundación Escuela Andaluza de Economía Social e Association Autismo Sevilla (Spagna).

Oltre a queste progettualità la cooperativa, per rilanciarsi nel periodo post Covid, ha ideato due importanti iniziative per permettere a tutti di ritornare a vivere le emozioni a contatto con la natura su due bellissimi laghi trentini: il lago di Caldonazzo e il lago di Garda, entrambe sedi operative dell’ente. Ecco quindi il pacchetto AquaPlus nelle sue varie declinazioni, dedicata a minori in età evolutiva dai 6 ai 17 anni  e alle persone con fragilità e le loro famiglie, che ha come obiettivi principali la riattivazione dei meccanismi relazionali tra i giovani, attraverso la promozione dell’attività motoria outdoor, mediante la pratica di sport acquatici come la vela, il Sup Surf e il kayak.

Infine, ci spiega Lorenzo: “Con il lancio della compagna di raccolta fondi ViviEstate, Arcè ha scelto di promuovere la conoscenza dei servizi e delle attività della cooperativa attraverso occasioni particolari aperte a gruppi di familiari o amici come gli AperiSup presso il Centro Nautico Ekon di Caldonazzo e le esperienze sul cabinato accessibile a Riva del Garda, rispettivamente AperiVela e SailToghether.”

Insomma, un’estate piena di opportunità promosse da una Cooperativa che oramai da anni ha saputo ritagliarsi un ruolo da protagonista in Trentino.

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Finalmente. 120 000 cuori per Vasco alla Trentino Music Arena! https://t.co/3UKIz4WkuB https://t ...
  • Siamo Europa Festival – Ucraina e il nuovo (dis)ordine mondiale: la neutralità non è più un...
  • Siamo Europa Festival: l’Europa in versi con l’Eurovision Poetry Slam. https://t.co/cuvEtEvEF0 h ...
  • Siamo Europa Festival: i Balcani bussano alle porte dell’Unione Europea. A noi il compito di as ...
  • Siamo Europa Festival: “Imparare dal passato per un futuro migliore”. https://t.co/I5mQ1Uwpi4 ht ...
  • Siamo Europa Festival: “Ce lo chiede veramente l’Europa? Sviluppare il senso critico sulle no ...

martedì 24 Maggio 2022