Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

La Juventus di Allegri vince la Coppa Italia 2023-2024

La finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus è terminata con la vittoria dei bianconeri per 1-0 grazie al gol di Dusan Vlahovic nei primi minuti della partita. L’attaccante serbo è apparso indemoniato e ha giocato probabilmente la sua miglior partita in carriera con il gol decisivo e tanto lavoro per la squadra.

Max Allegri è diventato l’allenatore a vincere più volte questa competizione raggiungendo quota 5 ed è riuscito a salvare una seconda parte di stagione assolutamente negativa. Nel corso dell’intervista post-partita ha dichiarato che “il merito della vittoria è dei ragazzi, volevano questo trofeo e si sono meritati di vincerlo, davvero bravi. Venivamo da tre mesi difficili, alla Juventus in certi momenti la palla inizia a pesare, ma i ragazzi hanno tenuto le spalle larghe e abbiamo centrato i nostri obiettivi. Le vittorie vanno festeggiate, ma da domani bisogna prepararsi a vincere ancora”.

Il Gasp, invece, dopo aver perso la terza finale disputata negli ultimi cinque anni ha voluto sottolineare che “siamo dispiaciuti, ma non così delusi per la partita. Abbiamo fatto la nostra gara e usciamo con una sconfitta di misura, ora abbiamo altri obiettivi importanti. La difficoltà è stata nel muovere velocemente la palla, poche volte abbiamo trovato la giocata veloce. In questa partita l’assenza di Scamacca ha pesato, ci avrebbe dato qualcosa in più. Nel secondo tempo si sono aperti più spazi, ma non abbiamo trovato la giocata. Queste partite viaggiano sull’equilibrio, ma ripeto, abbiamo fatto un’ottima gara contro una squadra forte, concedendo poco anche in situazioni di difficoltà”.

Mercoledì prossimo ci sarà l’impegno più importante e decisivo della storia bergamasca, nella serata di Dublino, quando si disputerà la finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen. Vincere il trofeo significherebbe mettere la ciliegina sulla torta a questo percorso straordinario vissuto negli ultimi otto anni.

 

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

sabato 20 Luglio 2024