Europei Under 21: il Pagellone di Italia-Slovenia

La Nazionale Italiana Under 21 cala il poker alla Slovenia e stacca il ticket per i quarti di finale dell’Europeo di categoria. In soli 25′ gli azzurrini archiviano la pratica segnando 3 gol con Maggiore, Raspadori e Cutrone che, nella ripresa, sigla la doppietta personale fissando il punteggio sul 4-0. In attesa della final eight, in programma dal 31 maggio al 6 giugno, ecco il Pagellone di Italia-Slovenia.

Carnesecchi 6,5:  Non è certo una gara ad alto coefficiente di difficoltà ma quando è chiamato in causa non si fa cogliere impreparato: sicurezza per l’intera squadra.

Lovato 6: Gli attaccanti avversari non lo mettono quasi mai in difficoltà e lui amministra, senza rischiare nulla, i palloni che gravitano dalle sue parti. Esce nella ripresa per una noia fisica.

Marchizza 5: Prende un giallo in tempo record e dopo mezzora fa il bis. Due espulsioni in due partite giocate in un Europeo sono davvero eccessive: urge un’inversione di marcia.

Gabbia 6: Va in difficoltà in un solo frangente per una giocata in velocità di Matko, per il resto non sbaglia praticamente nulla.

Ranieri 6,5: Un assist splendido per Raspadori nel primo tempo e una gara apprezzabile in entrambe le fasi: profilo interessantissimo per il futuro della Nazionale azzurra.

Bellanova 5,5: Si adagia sull’onda verde dell’intera squadra ma non riesce mai a trovare la giocata e ad emergere: gara anonima, il cambio di marcia è un must.

Frattesi 7: Tanta corsa, buon giro palla e mai una sbavatura. Ha il merito di conquistarsi il rigore del 3-0: perfezione.

Pobega 7: “Da La Spezia con furore”: conferma quanto fatto di buono finora in campionato ed estrae dal cilindro una prestazione eccellente di quantità e qualità.

Maggiore 7: Ha il merito di trovare il gol che sblocca la partita dopo soli 10′. La sintonia con i compagni di squadra è superlativa e il costante “dialogo” con Pobegà  garantisce l’efficienza del filtro di centrocampo: essenziale.

Sala 6,5: Primo tempo eccezionale: si mangia letteralmente la fascia andando più volte al cross dal fondo. Nella ripresa arretra e si focalizza sulla fase difensiva.

Raspadori 7: Da sostituto a uomo chiave: buona prestazione, condita dal terzo gol in Nazionale e dall’assist per Cutrone. Il giovane attaccante del Sassuolo si sta ritagliando un ruolo sempre più da protagonista in quest’Europeo.

Cutrone 7,5: Capitano e uomo partita: combatte su ogni pallone, gioca per la squadra, segna una doppietta e si permette anche il lusso di sbagliare un rigore che gli costa mezzo voto, ma in una gara così è un dettaglio.

Sport
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Un approfondimento dedicato al "meraviglioso rumore" di Poplar Festival che è tornato a risuonar ...
  • Il coraggio di guardare il mondo in profondità: l' intervista, a cura di Ilaria Bionda, all'auto ...
  • In risposta alla sfida di UnderTrenta "Democrazia o prepotenza?", pubblichiamo oggi la riflession ...
  • Quale scienza nel nostro futuro? Per la nostra sezione approfondimenti l'intervista - a cura di F ...
  • In questo appuntamento de "L'occhio su Trento" scopriamo le Gallerie di Piedicastello, una sede e ...
  • Il quinto appuntamento della nostra rubrica musicale "Si salvi chi PROG" è dedicato al concept a ...

sabato 25 Settembre 2021