Trento Film Festival-Day 9: è il giorno delle Genziane!

L’ultimo weekend di Trento Film Festival si appresta a coinvolgere la città nelle sue numerose location: vi presentiamo, nel nostro consueto approfondimento, il programma di sabato 7 maggio, penultimo giorno della rassegna “Montagne e culture”.

La giornata inizia alle ore 10.00 con lo Story trekking “Come approcciarsi alla fotografia outdoor” in cui Gaia Panozzo accompagnerà il gruppo in un percorso suggestivo tra angoli di storia e ricchezze naturali. L’itinerario parte da Cadine e conduce sul Sorasass (7km – D+ 330 m), in un giro circolare lungo il quale godere di magnifici paesaggi e di una stupenda vista aerea sulla Valle dell’Adige.

Alle 10.00, alle Gallerie di Piedicastello, si terrà l’appuntamento con l’alpinista Hervé Barmasse e lo Youtuber Tudor Laurini “Klaus”: una masterclass dal titolo Montagna, cultura, sport e comunicazione in cui si parlerà di come la digitalizzazione e l’avvento dei social media hanno cambiato le modalità di creazione dei contenuti video scoprendo le tecniche e le l’esperienza dei due content creators.

Alle 10.30 sarà la volta della diretta su Radio Dolomiti da Piazza Fiera di Destinazione… Futuro. Pillole di Scienza: Un’agenda per la montagna del futuro, che vedrà la partecipazione della Commissione Tutela Ambiente Montano SAT, che racconterà di come le aree marginali possono avere un ruolo nella promozione dello sviluppo sostenibile, fornendo una panoramica delle numerose opportunità che si celano dietro all’apparente fragilità dei territori montani.

Alle 11.00, ai Giardini del MUSE per la sezione T4Future, verrà presentato il libro Manuale per giovani stambecchi (Hoepli) con l’autrice Irene Borgna e la partecipazione di Agnese Blasetti e Anna Girardi. Un agile manuale illustrato pensato per giovani che sognano bivacchi e notti stellate, vette da raggiungere, torrenti da guadare, albe silenziose e tramonti indimenticabili.

A mezzogiorno, nel Salotto letterario di MontagnaLibri in Piazza Fiera, torna il quotidiano appuntamento con la rubrica Cosa vedo oggi? in cui il responsabile del programma cinematografico del Festival Sergio Fant e i registi ospiti guideranno il pubblico alla scoperta delle proiezioni della giornata.

Gli eventi del pomeriggio inizieranno alle 14.00 con Human Library, presso il Caffè Letterario Bookique di Trento: una “biblioteca vivente” dove sarà possibile prendere in prestito libri scritti in tanti posti diversi nel mondo, con storie di vita trentina, storie che parlano di montagna, pandemia e della solidarietà.

Alle 16.00, al Teatro Sociale, si terrà l’incontro Weclub. Alpinismo: ama, rispetta, comunica che vede come protagonisti l’alpinista Hervé Barmasse e lo Youtuber Tudor Laurini “Klaus”, alla scoperta del territorio italiano per divulgare la bellezza della montagna e i valori del Club alpino italiano. All’incontro parteciperà anche Vincenzo Torti, presidente del Cai. A seguire l’annuncio dei vincitori di Quarta Parete, la nuova sezione del Festival dedicata ai content creator e alle opere prodotte per canali YouTube.

Alle 18.00 sarà la volta dell’appuntamento con la rubrica Emozioni tra le pagine: lo zoologo Andrea Mustoni presenterà il libro Un uomo tra gli orsi. Il racconto e le emozioni di un’avventura sulle Alpi che racconta il progetto di reintroduzione dell’orso sulle Alpi realizzato in Trentino.

Alle 19.30,  al MUSE, andrà in scena l’attesissimo Gala di Premiazione con la cerimonia di consegna dei Premi ufficiali della 70. Edizione del Trento Film Festival, con ingresseo riservato e su invito.

Alle 20.30, a Palazzo Roccabruna, si terrà lo show cooking dello chef Stefano Bertoni che proporrà una visione dell’enogastronomia che sposa la tradizione della montagna con nuove idee e nuove sperimentazioni sui piatti con sapori già conosciuti, abbinati ai vini estremi, prodotti nei vigneti coltivati nelle “terre alte”.

Infine, alle 21.00, andrà in scena lo spettacolo I vagabondi della montagna, che è stato spostato al Teatro Sociale considerato il grande successo di pubblico e che ha come protagonista lo scrittore Marco Albino Ferrari.  Si tratterà di uni spettacolo che, grazie a filmati rari e preziose testimonianze, ripercorre la storia di Hans Ertl, i fratelli Schmit, Solleder, conosciuti come i giganti della “Scuola di Monaco”. Alpinisti che girano le Alpi su pesanti biciclette residuati della Grande Guerra e si aggiudicano le pareti più ambite tra glorie, tragedie e amori segreti.

Segnaliamo, per le proiezioni, Al Supercinema Vittoria il film di chiusura: l’anteprima di “Monte Verità” di Stefan Jäger.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Finalmente. 120 000 cuori per Vasco alla Trentino Music Arena! https://t.co/3UKIz4WkuB https://t ...
  • Siamo Europa Festival – Ucraina e il nuovo (dis)ordine mondiale: la neutralità non è più un...
  • Siamo Europa Festival: l’Europa in versi con l’Eurovision Poetry Slam. https://t.co/cuvEtEvEF0 h ...
  • Siamo Europa Festival: i Balcani bussano alle porte dell’Unione Europea. A noi il compito di as ...
  • Siamo Europa Festival: “Imparare dal passato per un futuro migliore”. https://t.co/I5mQ1Uwpi4 ht ...
  • Siamo Europa Festival: “Ce lo chiede veramente l’Europa? Sviluppare il senso critico sulle no ...

martedì 24 Maggio 2022