Trentino History, la fotografia per raccontare la storia di un territorio

Ha solo cinque mesi di vita, ma ha già riscosso enorme successo. Nato a fine maggio 2020 da un’idea di Federico Duca, “Trentino History” è un progetto presente non solo sui canali social ma che possiede anche un proprio sito internet e, da agosto, una rubrica pubblicata a cadenza settimanale sul giornale “Trentino”. La culla del progetto è stata Instagram e, «non a caso», ha raccontato Federico, spiegando come, passeggiando post quarantena lungo il “Corso 3 novembre” di Trento e guardandosi intorno, gli fosse venuto in mente di iniziare a raccontare la propria città tramite fotografie sia d’epoca (prelevate da testi storici, le cui fonti sono sempre rigorosamente citate) che contemporanee.

«Mi sono reso conto di quanto poco ci si guardi in giro», ha continuato Duca, «ed ho pensato così di iniziare a raccontare Trento non solo per chi in questa città ci è nato, ma anche per gli studenti che, venendo da fuori, non sanno come muoversi o cosa ci sia da visitare e si limitano quindi a fare il tragitto università-casa». L’intento di “Trentino History” è quindi quello di narrare la storia che si nasconde dietro alle facciate dei palazzi che fanno da sfondo alle nostre passeggiate quotidiane ed agli scorci «da riscoprire»: «non vogliamo sostituirci al lavoro dello storico ma creare connessioni tra passato e presente, storia e reale, nonché tra giovani appassionati. Offrire percorsi virtuali che possano poi diventare anche reali», ha raccontato Federico, precisando che, quando ve ne sarà la possibilità, provvederanno anche ad organizzare visite guidate in presenza.

Il progetto, che inizialmente contava solo sulle forze di Duca, giovane studente di giurisprudenza, conta ora venti collaboratori ed otto coordinatori. Il team è gradualmente aumentato grazie a delle «calls», fatte utilizzando le storie di Instagram: «Nel giro di pochissimo tempo mi hanno scritto molti ragazzi», ha spiegato entusiasta: «Ciò dimostra non solo che mancasse uno spazio in Trentino per i giovani interessati ad arte, storia e cultura ma anche che sono molti a condividere tali passioni, e ciò è senza dubbio positivo». Il nostro sogno è quello di trasformarci in una vera e propria associazione», ha annunciato entusiasta Federico. Inoltre, ci stiamo organizzando per creare nuove rubriche sui nostri canali social ed a breve partirà anche una collaborazione con la rivista “Trentini nel mondo”, che ci permetterà di creare una connessione con quei trentini lontani dall’Italia, raccontando le storie di coloro che sono emigrati». E sebbene siano tanti e differenti i progetti riservati al futuro, resta una costante: la voglia di continuare a dialogare con il proprio pubblico e di farlo cercando di ampliare quest’ultimo, puntando ad un dialogo che possa divenire sempre più intergenerazionale.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • "Troppo spesso ci si dimentica che la cultura non è un prodotto da vendere un tanto al chilo. No ...
  • Ho vissuto, come molti, due vite: perdere qualcuno significa ricominciare da zero. Ricominciare m ...
  • Eleonora, poco più che trentenne, da oltre dieci anni vive dietro all’obiettivo della sua Refl ...
  • "Quello che ti rendeva speciale in realtà era il messaggio che veicolavi, la passione che mettev ...
  • Paolo Rossi, per chi è arrivato dopo. https://t.co/ypRG9WqJFT
  • Nina Ferrari, ideatrice de "Il Tuo Biografo", ci parla di come, dopo una laurea in Filosofia, un ...

sabato 23 Gennaio 2021