Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Spazio alle idee, intervista alle fondatrici del movimento culturale HIVE

Nonostante la pandemia, le buone idee possono trovare la loro strada e diventare progetti concreti: proprio per questo, in provincia di Vicenza, nell’alto comune di Schio, è nato il movimento culturale HIVE.

Tutto inizia a gennaio del 2020 da Giulia Filippi e Veronica Chicu, 24 anni e tanta energia, che circa un anno fa hanno un’intuizione: il loro territorio è punteggiato di spazi per la cultura troppo spesso poco utilizzati.  Decidono così di rimboccarsi le maniche e di fare il possibile, e a volte anche qualcosa di più, per per animare quegli spazi e metterli a disposizione di tutti. Delle buone idee di tutti. Sì, perché HIVE – oggi movimento culturale ma presto associazione – si propone in particolare di aiutare i giovani a dare forma concreta alle loro iniziative, trasformandole in progetti realizzabili. Un alveare, come suggerisce il nome, dove ogni cella ospita il seme di un’idea, da coltivare e nutrire nel contesto ideale di una rete di giovani connessi che lavorano in sinergia e senza porsi limiti. «Musica, cultura, arte, formazione… vorremmo essere un punto di riferimento trasversale per i giovani. Ci mettiamo in gioco, diamo una mano a chiunque abbia una buona idea e la voglia di farla crescere», spiega Veronica.

Oltre ad accogliere idee e ad utilizzare al meglio spazi e risorse disponibili, HIVE è anche connessione tra i giovani e il mondo – complesso, va da sé – della pubblica amministrazione, in questo caso del Comune di Schio. Come ci raccontano, la strada che porta alla realizzazione di un progetto è lastricata di piccole grandi difficoltà da conoscere e superare. «Sponsor da gestire, carte da firmare, leggi da conoscere – precisa Giulia –. Ad oggi abbiamo raggiunto una certa esperienza, ma all’inizio le difficoltà sono state tante. Anche in questo vogliamo aiutare, perché spesso i più giovani hanno delle idee interessanti ma non sanno a chi rivolgersi o anche solo come presentarle nel modo corretto. Il Comune richiede progetti organizzati, ben strutturati e questo può spiazzare un giovane di 15-20 anni».

I primi risultati arrivano presto. Sotto il titolo di Restart The Music a luglio 2020 ha preso forma un concerto-evento che, oltre alla musica, ha raccolto diverse forme espressive quali pittura e fotografia, mentre con Storie dell’est: la Moldavia a settembre 2020 viene inaugurata una mostra per far conoscere cultura e tradizione moldava, un dialogo interculturale che promuove l’integrazione e mette a tacere pregiudizi e stereotipi. Tutto ciò, nonostante le molte restrizioni dovute alla pandemia, disarmata di fronte alla buona volontà di Giulia e Veronica. «A causa del Covid alcune idee sono inevitabilmente slittate – racconta Giulia – ma nessuna è stata abbandonata: sono “in cantiere” e appena sarà possibile le riprenderemo. La pandemia ci ha insegnato ad essere sempre sul pezzo e a riadattarci per far fronte ad ogni situazione, utilizzando al meglio internet e strumenti informatici». L’ultimo progetto, previsto per maggio di quest’anno, è un corso di formazione totalmente online dove una trentina di giovani impareranno da zero a realizzare podcast in modo professionale.

Insomma, la ricetta è semplice: esperienza ed entusiasmo, a servizio delle buone idee. Ma anche coraggio e fiducia, perché, come ci ricorda Veronica «I giovani non devono avere paura del mondo che li circonda, spesso basta attivarsi e fare il primo passo. Ci sono belle realtà pronte a credere nelle loro idee». E noi siamo sicuri che abbia ragione, non per niente HIVE è una di queste.

Cultura

I vostri commenti all'articolo

3
  1. Fabrizio Sigone

    Sempre bello vedere ragazze che portano avanti progetti come questo! Complimenti 😀

  2. Anna Sartoriano

    È sempre bello vedere che ci sono ragazze come voi. Complimenti!

  3. Anna Sartoriano

    È sempre bello vedere che ci sono ragazze come voi. Complimenti!

Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

sabato 3 Dicembre 2022