“Nessuna Scusa!”, intervista all’autrice Isabella Catapano Botero

In che modo possiamo rendere migliori le nostre vite, portando avanti i nostri sogni ed ottenendo quel successo a cui, in modi e misure diverse, tutti noi aspiriamo? Chiedetelo a Leonardo Da Vinci, alla regina d’Egitto Cleopatra o, perchè no, ad Andre Agassi! È quello che ci suggerisce Isabella Catapano Botero con il suo ultimo libro Nessuna Scusa! (Porto Seguro Editore), una vera e propria “guida” in cui varie biografie illustri si intrecciano a capitoli motivazionali che ci spingono ad uscire da quella “comfort zone” che ci imbriglia e ci impedisce di fare progressi.

Ed è qui che entrano in gioco le storie dei “grandi” che sono passati alla storia: noi tutti siamo soliti focalizzare la nostra attenzione sui loro traguardi, trascurando i percorsi che li hanno portati a raggiungerli. Ed è proprio in quei percorsi, colmi di innumerevoli ostacoli e di rumorose sconfitte, che si nasconde la chiave di volta del loro successo.

Isabella, in Nessuna Scusa! si raccontano storie molto “lontane” e diverse tra loro: si passa dalla regina Cleopatra ad Andre Agassi, da Leonardo Da Vinci e Sergio Marchionne a Maria Montessori e Frida Kahlo. Com’è nata l’idea di scrivere un libro ispirandosi alle biografie di questi grandi personaggi e qual è il filo rosso che li unisce?

«Ho sempre letto tantissime biografie di personaggi illustri e mi sono resa conto, come spiego nel libro, che tutti loro hanno attraversato momenti difficili, situazioni complicate ed eventi che hanno segnato la loro esistenza. L’aspetto da sottolineare è che non si sono mai arresi alle difficoltà e non hanno utilizzato quei momenti “no” per fermarsi: avevano un obiettivo chiaro e lo hanno perseguito. In molti casi quelle situazioni avverse sono simili alle nostre di tutti i giorni: per quello ho voluto mettere in evidenza quei frangenti che, nel loro caso, sono stati gestiti e “scavalcati”, senza accampare nessuna scusa.»

Interessante è la concezione di “successo ” che emerge pagina dopo pagina. Ce la spieghi?

«Certo, il successo di cui parlo nel libro non è riconducibile a quello a cui si pensa normalmente: non diventare famosi o ricchi ma – come dice la parola stessa – far succedere le cose che desideriamo e riuscire ad imboccare quella che crediamo sia la nostra via. Il successo a cui mi riferisco è quindi quello personale, ottenuto attraverso la consapevolezza dei propri obiettivi perseguiti con volontà.»

C’è un personaggio, tra quelli che racconti, a cui sei più affezionata?

«Assolutamente sì: Leonardo Da Vinci! Forse lui non è paragonabile a nessun altro: è un genio universale e leggerlo, ripensando alla sua smisurata curiosità e alla sua infinita sete di conoscenza, è veramente appassionante.»

Pubblicare un libro motivazionale in un anno difficile come il 2020, in cui molte certezze sono crollate, appare quasi una sfida…

«Ho iniziato a scrivere questo libro prima dell’avvento del Covid e l’ho terminato nel bel mezzo della pandemia. E quindi sì, posso dire che probabilmente “Nessuna Scusa!” assume un significato particolare: le vite di questi personaggi possono aiutarci, in un momento così complicato, ad intraprendere quei piccoli passi che fanno la differenza e darci degli input per non fermarci e, perchè no, imboccare la giusta direzione per uscire da questa difficile fase.»

Nessuna Scusa! è un libro che potrebbe tornare “utile” ai tanti giovani lettori di UnderTrenta. C’è un messaggio che, come autrice, vuoi trasmettere?

«Certamente! Quando siamo giovani viviamo l’età perfetta per tracciare le nostre rotte: è il momento migliore per essere curiosi ma è anche la fase più delicata, in cui si rischia di cadere nell’errore di cercare delle “scuse” che potrebbero anche protrarsi per tutta la nostra esistenza. È vero anche che ogni momento della vita è buono per cambiare direzione ma per un giovane è di sicuro più semplice rincorrere i propri sogni. Quindi il messaggio è naturalmente questo: “Nessuna scusa!”.»

Isabella Catapano Botero è nata in Colombia da madre colombiana e padre italiano. Laureata in Economia e Commercio, ha lavorato in Colombia, Inghilterra e in Italia come CFO e responsabile delle risorse umane. Attualmente è Direttore Generale della Fondazione “L’albero della Vita”. “Nessuna scusa!” costituisce il suo esordio come scrittrice presso Porto Seguro Editore.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Nel quarto appuntamento con la nostra rubrica "Ditelo con i fiori" raccontiamo il girasole: un vi ...
  • “L’occhio su Trento", in questo quarto appuntamento, lancia uno sguardo dentro alle antiche m ...
  • Il quarto appuntamento della rubrica musicale "Si salvi chi PROG" è dedicato all'album dei Carav ...
  • L’universo dei perché: è dalla curiosità del bambini che dobbiamo imparare come guardare il ...
  • Presso la sede della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trento, alla presenza ...
  • “Stampe per crescere”: a Pieve Tesino una mostra racconta la nascita dell’editoria per ragazzi. h ...

giovedì 29 Luglio 2021