Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

L’indipendenza è un’attitudine – Intervista a due librai

Elisa Vettori e Federico Zappini sono i proprietari della libreria indipendente “due punti”, cuore del quartiere San Martino di Trento. Li abbiamo raggiunti (telematicamente) per una chiacchierata sul presente e sul futuro della loro libreria.

Che cosa significa avere una libreria indipendente oggi?

Per noi è fondamentale la presenza. Prendi gli ultimi due mesi: abbiamo abbassato le serrande della libreria, ma non abbiamo mai chiuso, perché crediamo che l’unico modo che abbia una libreria per sopravvivere sia costruirci attorno una comunità di lettori e di cittadini prima che di clienti. Ecco perché, nonostante le serrande abbassate, non abbiamo mai smesso di raccontare i libri (attraverso la newsletter e i post sui social). Nei circa due mesi di chiusura ne abbiamo consegnati tra i 300 e i 400. Un numero che non farebbe stare in piedi una libreria, ma che rappresenta la nostra rete di relazioni. Questa è la nostra risposta agli sfidanti della distribuzione digitale.

Tenete molto al contatto anche con altre realtà indipendenti di Trento, con cui cercate ora insieme di ripartire. Penso alla vendita delle magliette di “Frammenti”. 

L’indipendenza è un’attitudine, è sentirsi parte di qualcosa che magari non esiste ancora del tutto, ma che in potenza è importante. Grazie alle magliette, “Frammenti” (laboratorio serigrafico di Trento, ndr) ci ha offerto questa possibilità. Le piccole realtà come noi hanno bisogno di cooperare, di sapersi dare vicendevolmente un aiuto. Questo è per noi il significato di “assembramenti”, la parola che abbiamo stampato sulla maglietta. Crediamo che la cultura si faccia per contatto, per relazione. Non sappiamo se questo garantirà la nostra sostenibilità economica, ma di certo ci fa sentire molto bene dal punto di vista umano.

Che libro consigliate per ripartire?

Durante il lockdown, abbiamo dato vari consigli di lettura, raccontando libri attraverso i social. Un unico consiglio? “Le transizioni” di Pajtim Statovci. Racconta la storia di un ragazzo che tenta costantemente di ridefinire la propria identità. Non abbiamo nessun tipo di certezza sul fatto che in futuro tutto andrà bene. Non sappiamo nemmeno se usciremo migliori (ma di chi? di che cosa?) dal lockdown. Sicuramente, però, siamo in una transizione, in un passaggio. E l’unica cosa che può aiutarci a non perderci e a non sentirci soli è percorrere questa strada insieme ad altri.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

giovedì 8 Dicembre 2022