Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Hanno ucciso il Cinema, ma chi sia stato un po’ si sa…

Verso la fine dello scorso Marzo è partita la demolizione del Cinema Astra, in corso Buonarroti a Trento, e al suo posto vedrà la luce un condominio di lusso, dall’ammontare complessivo di millioni di euro.

Abiurando ogni tipo di rustico sentimentalismo, Cinetel ha rilevato che il decremento di incassi del cinema italiano nel 2021 è stato pari al 71% rispetto al 2019, mentre per il 2020 il bilancio in negativo sale al 93%. Tuttavia sarebbe ipocrita parlare di una crisi unicamente circoscritta all’anno del virus: la lenta morte del settore era già in corso nel 2018, che registra rispetto all’anno precedente una diminuzione di fatturato del 46%, così come il 2017 rispetto all’anno trascorso.

Di certo lo schiaffo del Covid è stato pesante, ma le nostre coscienze sono altrettanto da condannare.

L’ultimo atto dell’era pre-covid era stato segnato dall’impronta zaloniana, da sempre in grado di risvegliare la nostra emotività cinefila, riunendoci in ciò che dovrebbe essere l’Eden delle arti visive, ma che si trasforma durante la settimana di proiezione nella sede del più becero provincialismo tutto italiano, intriso di una sana dose di umorismo del malcontento, degno del Processo di Biscardi o addirittura di Striscia la Notizia.

Gli eventi colossal di Marvel e DC Comics riescono in qualche modo ad allontanare l’incombente necrosi del grande schermo, d’altra parte certi tumori sono curabili, e alcuni sono addirittura “Benigni”, ma oggi Cinecittà non è altro che un paziente neoplastico che un po’ sbraita e un po’ s’accascia mentre attende con ansia di essere accolto in reparto. Ciononostante, comprendendo di non averne le possibilità, aspetta di morire lungo le scale dell’ambulatorio fumandosi una sigaretta.

Intanto il tempo passa, le sale chiudono, il desiderio scade e insieme l’estro di un mondo che diventa uno dei tanti business di qualche multinazionale. Compra un biglietto e vai in sala, non aspettare il prossimo film di Checco Zalone.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

sabato 3 Dicembre 2022