Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Al via il ciclo di webinar “Ideologie del Novecento. Progetti, realizzazioni”

Al via il 28 aprile un ciclo di quattro incontri virtuali organizzato dall’Associazione Forte Colle delle Benne e dalla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi per approfondire e mettere a confronto le grandi correnti di pensiero politico che hanno dato forma al secolo scorso e che ancora, a distanza di anni, vediamo riaffiorare nel presente, spesso tra distorsioni e semplificazioni non sempre facili da decifrare.

Il Novecento è stato il “secolo delle ideologie”. La nascita dei moderni sistemi democratici si è accompagnata infatti al fiorire di grandi orizzonti di senso collettivi che hanno suscitato vaste adesioni, ma anche forti opposizioni. Comunismo, nazionalsocialismo, cattolicesimo politico, fascismo: le visioni più rappresentative del secolo scorso evocano oggi giudizi e pregiudizi spesso affrettati e non sempre meditati, perché non è facile nella società contemporanea concepire simili sistemi di pensiero, prima ancora che di potere, che miravano a produrre una radicale trasformazione della società in ogni suo aspetto, dalla politica ai modelli sociali ed economici, dalle definizioni identitarie alla sfera morale, dalle scelte pubbliche ai comportamenti privati.

Cosa sappiamo dunque esattamente di queste ideologie? Quali suggestioni proiettano a distanza di anni sul nostro tempo? A dare una risposta sono stati chiamati quattro dei massimi studiosi della materia: Marcello Flores, Gustavo Corni, Guido Formigoni e Giulia Albanese che, ogni mercoledì alle 17.45 a partire dal 28 aprile proporranno i loro interventi – liberamente fruibile sulla piattaforma Zoom –  sulle tematiche oggetto degli incontri: comunismo, nazionalsocialismo, cattolicesimo politico e fascismo.

Il ciclo di webinar “Ideologie del Novecento. Progetti, realizzazioni” – progetto realizzato con il sostegno della Piccola Libreria, del Centro Studi sulla Storia dell’Europa Orientale, del Comune e della Biblioteca Comunale di Levico Terme – intende raccontare alcune di queste visioni del mondo, rivelandone i presupposti teorici, le concrete realizzazioni e anche le contraddizioni a cui hanno dato vita. Un viaggio attraverso i fondamenti della cultura politica del secolo scorso che vuole così arricchire la consapevolezza del presente riguardo alle eredità che il Novecento ha consegnato al mondo di oggi. Eredità non sempre percepite, perché, se è vero che il secolo scorso è stato il “secolo delle ideologie”, è anche vero che esso è stato pure “il secolo della fine delle ideologie”. Vittime del loro stesso fallimento e del trionfo dell’individualismo, le ideologie oggi sembrano non avere più spazio nell’orizzonte contemporaneo. Tuttavia, a meno di non voler negare che temi come la giustizia sociale, la distribuzione della ricchezza, il ruolo pubblico della religione, il razzismo e la discriminazione, il nazionalismo e l’imperialismo siano ancora presenti nel dibattito contemporaneo, è difficile negare che la loro eredità “abiti” ancora le nostre società.

Fare i conti con quelle visioni, senza limitarsi a rievocare gli esiti più drammaticamente eclatanti, diventa così un’occasione per comprendere più a fondo da dove nascano certi modelli e certi nodi irrisolti che ancora oggi richiamiamo, non sempre con piena consapevolezza e con il rischio di averne una percezione deformata o mitizzata.

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...
  • A volte basta un bagno per rinascere, per cancellare stress, ansia e preoccupazioni. Scarpe como ...
  • Far dialogare tra loro i diversi popoli, superando le diversità linguistiche, con l’ambizione ...
  • "So Farewell, Yellow Brick Road". Mani sui tasti del pianoforte a coda e via, pronto a suonare ...
  • Fake news, perchè ci caschiamo ancora? La risposta è semplice, è il nostro cervello ad "ingann ...
  • Per la nostra sezione Sport, vi proponiamo il focus dedicato ai 32esimi di finale di Coppa Italia ...

giovedì 29 Settembre 2022