Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Pessimista vs Ottimista

28946083fd_4938914_med

Ha una visione pessima del futuro e si aspetta sempre il peggio dalle circostanze.
Guarda le persone in modo ostile scoprendo in esse difetti.
Se gli raccontate i vostri sogni o i vostri progetti, evidenzierà tutti i limiti, gli ostacoli, le difficoltà e gli impedimenti, cercando in tutti i modi di mettervi i bastoni tra le ruote.
È il pessimista. È avaro, invidioso, pigro, abitudinario e vede nero il domani.
Il momento socio-economico attuale è terreno fertile per il suo sviluppo a causa delle difficoltà che si incontrano nell’amministrare il bilancio familiare, cercare un lavoro, veicolare i cambiamenti in atto, gestire l’emotività e affrontare ostacoli e problemi.
La domanda nasce spontanea: “Come si fa a diventare ottimisti?”.
L’ottimismo spinge l’individuo a non considerare gli eventi negativi come permanenti, ma temporanei e a individuare, tra di essi, gli elementi positivi in grado di far mutare la situazione a proprio favore.
L’ottimista non si identifica con il problema e non tende a generalizzare l’esperienza negativa. Di conseguenza non crede che siano le persone ad essere dei fallimenti ma alcune scelte o progetti. Inoltre, non mette in discussione la propria autostima. Osserva, ascolta e impara dagli altri, riuscendo a cogliere nelle relazioni gli elementi utili per migliorare non solo la propria vita ma anche quella altrui.
Diceva Winston Churchill: «Un pessimista vede le difficoltà in ogni opportunità; un ottimista vede le opportunità in ogni difficoltà».

PV-alla-grande-low

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

lunedì 24 Giugno 2024