Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Orizzonti pixelati, un sommario excursus sulle patologie e i disturbi del comportamento dell’Era digital

Mentre il Covid-19 sta monopolizzando l’attenzione e l’energia globale, lasciando poco spazio, talvolta nessuno, a moltissime altre questioni, gli orizzonti delle nostre e altrui concrete esistenze, ad ogni età, si fanno sempre più rettangolari e pixelati come lo schermo di uno smartphone. Se da una parte questi orizzonti sono sconfinati, per le incalcolabili opportunità a cui danno accesso seppur solo virtualmente, dall’altra si rilevano pericolosamente limitati, per il sistematico scollamento con la realtà che causano nelle menti di ogni generazione.

Colpita a riguardo da un improvviso desiderio di rendermi almeno consapevole di cosa sto rischiando stando connessa dalle 10 alle 12 ore al giorno ad uno smartphone o a un computer (in un mix di lavoro, diletto e necessità di comunicare con il prossimo), ho fatto una breve ricerca (ovviamente online, manco a dirlo) sulle patologie e i disturbi del comportamento più o meno gravi a cui vado incontro insieme a tutti gli altri che stanno messi come me. Certamente non si tratta di un elenco esaustivo, bensì assolutamente parziale, che ha però avuto il pregio, almeno nel mio caso, di farmi fare un bell’esame di coscienza sul modo in cui sto usando la tecnologia.

Oltre alle più note dipendenze da giochi online, pornografia, shopping e gioco d’azzardo, già di per sé un bel pacchetto di gravi rischi da tenere a mente, ho scovato queste chicche almeno per me inaspettate:

  • FOMO, dall’inglese Fear Of Missing Out, ossia “paura di restare escluso” o di perdersi qualcosa di importante. Viene ritenuta una nuova forma di ansia sociale legata all’utilizzo dei social network. La Treccani la definisce quella “sensazione d’ansia provata da chi teme di essere privato di qualcosa di importante se non manifesta assiduamente la sua presenza tramite i mezzi di comunicazione e di partecipazione sociale elettronici interattivi”. La FOMO si riscontra in chi controlla di continuo mail, notifiche e messaggi di chat, così come i feed dei social network, per non perdersi nulla e controllare se ci sono novità.
  • Nomofobia, detta anche sindrome da disconnessione, la paura di rimanere sconnessi dalla rete di telefonia mobile. Chi ne soffre, nell’eventualità che il proprio cellulare abbia la batteria scarica, resti privo di copertura del segnale o risulti per qualsiasi motivo indisponibile (per una dimenticanza, uno smarrimento o un furto), entra in uno stato d’ansia che può portare con sé forte malessere, irrequietezza e persino aggressività.
  • Phubbing, dalla crasi dei due termini inglesi phone snubbing, ossia snobbare con il telefono. Fa riferimento a tutte quelle occasioni in cui un individuo è talmente assorto nel suo smartphone che non è in grado di interagire con le persone fisicamente presenti accanto a lui e che stanno tentando di stabilire un’interazione. Si tratta di un comportamento che tutti almeno una volta nella vita abbiamo visto in atto, in noi stessi o in altri a noi cari, e che, qualora diventi pervasivo, può arrivare a compromettere i rapporti.
  • Vamping, ossia “vampireggiare”, nel senso di stare svegli la notte fino alle prime ore del mattino per restare in comunicazione, chattare o giocare con altri utenti in Internet, una sorta di cybercomunità notturna. Comportamento associato in particolare agli adolescenti, può causare cattiva qualità del sonno, irritabilità, nervosismo, scarsa attenzione, basso rendimento scolastico.
  • Dismorfia da Snapchat, ossia la sempre più diffusa tendenza nei giovani e meno giovani a ricorrere al bisturi del chirurgo estetico per avvicinarsi alla versione di se stessi a cui abituano i filtri di app come Snapchat applicati alle nostre foto. Ad essere richiesti sono così labbra sempre più carnose, occhi sempre più grandi e nasi sottilissimi.
Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

sabato 3 Dicembre 2022