Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Dal cuore di Trento al mondo intero: la Viaggeria di Corrado e Michele

Abituati ormai alle catene – di negozi d’abbigliamento, di ristoranti e sì, anche di librerie – abbiamo un po’ perso il sapore di quello che significa entrare in un luogo con la sua identità unica. In questo approfondimento andiamo a scoprire oggi uno dei pochi luoghi superstiti di questo genere: la Viaggeria, una piccola libreria nella centralissima Via San Vigilio di Trento.

Come suggerisce il nome, la Viaggeria non è una semplice libreria ma è completamente dedicata al tema dei viaggi. Qui, infatti, si possono trovare guide turistiche, raccolte di itinerari, mappe, libri di alpinismo e montagna, oltre a romanzi dedicati al viaggio in ogni sua forma, compreso quello interiore.

Entrare in questo luogo rappresenta di per sé l’inizio di un viaggio: da uno scaffale all’altro ci si può affacciare dalle scogliere irlandesi per poi attraversare le steppe siberiane, proseguire sui sentieri delle Dolomiti e approdare sulle rive del Gange. Ottime guide per non perdersi in questo mare magnum di volumi accattivanti sono i gestori di questo luogo magico, i fratelli Corrado e Michele, che nella Viaggeria mettono tutta la passione e l’entusiasmo frutto della dedizione al proprio lavoro. Li abbiamo intervistati per farci raccontare qualcosa in più sulla loro attività.

L’avventura della Viaggeria – ci racconta Michele – inizia venticinque anni fa, nel 1996, in virtù del fatto che allora, in Via San Vigilio, esisteva la Rivisteria, un’edicola molto grande e fornita, punto di riferimento, per tutto il Nord Italia, per chi ricercava riviste che non si trovavano altrove. Verso la metà degli anni ’90, l’edicola inizia a vendere con successo guide turistiche e nasce così l’idea di aprire un negozio dedicato esclusivamente a prodotti legati al turismo. Negli ultimi mesi del 1996 vede così la luce La Viaggeria, in un piccolo negozio all’angolo tra Piazza Duomo e Via Cavour che con gli anni cresce e, alla fine del 1999, si trasferisce in Via San Vigilio, dove tuttora si trova.

Corrado ci spiega che, in confronto alle catene – che ordinano un grande quantitativo di ogni titolo e poi lo distribuiscono alle varie librerie – una piccola libreria indipendente riceve uno sconto minore sull’acquisto dei libri poiché le richieste sono differenti. Di conseguenza, l’agio per far fronte ai diversi costi è diverso. È diverso però anche il lavoro: la libreria indipendente non è una diretta concorrente della libreria a catena.

Michele afferma che con una libreria indipendente si può creare un ambiente che vada oltre l’essere una mera attività commerciale e che diventi anche un punto di incontro e di “coccola”, instaurando un rapporto confidenziale con il cliente. «Abbiamo sempre spinto tantissimo in questa direzione poiché crediamo che sia importante un rapporto genuino e caloroso tra le persone, uno scambio continuo tra chi entra in libreria e chi ci lavora». Atteggiamento che per i due fratelli viene spontaneo, mai forzato: è qualcosa che piace sia a loro, sia al pubblico. Tuttavia, è spesso faticoso far capire ad alcuni clienti le difficoltà celate dietro ad un tale lavoro e soprattutto il motivo per cui non si può concedere uno sconto.

La soddisfazione maggiore che Corrado e Michele traggono dal proprio lavoro, che spesso si mescola alla loro vita privata, è proprio il rapporto che sono stati capaci di costruire con i loro clienti, negli anni diventati «parte dei nostri affetti».

Questo li gratifica quotidianamente, a tal punto che Michele, prima di salutarci, ci confida che lavorare in Viaggeria è così bello che «in 25 anni i giorni in cui mi sono alzato senza la voglia di andare al lavoro, per quanto esso sia impegnativo, non si contano sulle dita di una mano».

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Per la nostra sezione Sport, vi proponiamo il focus dedicato ai 32esimi di finale di Coppa Italia ...
  • "Al Tour de France trionfa lo sport, quello vero". Un approfondimento dedicato all'ultimo Tour de ...
  • Bill Russell è morto. Aveva 88 anni. Se ne va una leggenda della pallacanestro, il giocatore pi...
  • "La voce delle emozioni". Vi proponiamo oggi l'intervista alla filosofa e scrittrice Ilaria Gaspa ...
  • Joba è il nome d’arte di Giovanni Balduzzi, giovane cantautore che ha appena lanciato il suo n ...
  • "Canto per Europa, la migrante ferita dallo sguardo intelligente e profondo". Paolo Rumiz è stat ...

giovedì 11 Agosto 2022