Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Imprenditivi: l’imprenditorialità arriva a scuola

Alessandro, Elio e Gianluca: leggerete un’unica volta i loro nomi, poiché l’importante di ciò che sta per essere raccontato è la loro idea.

Imprenditivi nasce nel 2020 da un gruppo di amici con figli in età scolare. L’iniziativa parte dalla constatazione che nella scuola dell’obbligo non esistono contenuti didattici specifici per l’educazione ai temi dell’imprenditorialità. È anche per questo, forse, che l’Italia risulta il fanalino di coda nelle statistiche sull’alfabetizzazione economico finanziaria (Rapporto OCSE 2020). E il guaio è che anche le giovani menti e chi dovrebbe costruire il futuro di tutti rischia di essere davvero impreparato su argomenti che sono, in fin dei conti, la base per vivere. Non si parla solo di cosa ognuno di noi tiene nelle tasche e di come lo amministra, ma anche di tutti quegli aspetti che portano il denaro ad essere un veicolo fondamentale per la famiglia, la comunità, il mondo del lavoro. Sono tante facce della stessa medaglia.

Ecco cosa fa Imprenditivi: quest’anno 20 classi di scuole medie ed elementari del Trentino hanno aderito al progetto che consiste nel dedicare 15 ore a simulare un percorso imprenditoriale. La classe diventa una vera e propria azienda, con un budget da rispettare e una serie di attività da svolgere: amministrazione, marketing, comunicazione, design, produzione e vendita. In questo modo, i ragazzi imparano concretamente cosa vuol dire finanziare un’impresa (raccogliendo capitale proprio o di terzi), la differenza tra costo fisso e costo variabile e il significato di altri termini come margine, profitto, fatturato. Il tutto viene seguito dal docente di riferimento, formato in precedenza sulla metodologia di Imprenditivi, che fa da facilitatore del percorso laboratoriale.

Alla base del progetto è fondamentale il coinvolgimento dei ragazzi che sono chiamati a sviluppare un’attività imprenditoriale concreta, che consiste nella produzione di braccialetti in tessuto intrecciato (braccialetti dell’amicizia). In questo modo imparano, divertendosi, che oltre al lavoro manuale e a gestire il denaro c’è molto di più: l’imprenditoria è infatti un modo di pensare, prima ancora che di fare impresa. E Imprenditivi insegna proprio questo: non è solo per chi un domani fonderà o dirigerà un’azienda, anzi! È soprattutto per chi non lo farà e non si troverà davanti a quelle sfide, ma ne vivrà comunque moltissime che, se affrontate con la mentalità “imprenditiva” risulteranno più facili. Si tratta di resilienza, di sapere prendere le decisioni nel modo corretto, di saper valutare ragionevolmente le scelte che si hanno davanti nella vita e nel lavoro e di fare squadra.

Si cita spesso l’articolo 1 della Costituzione: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro”. Ma chi crea questo lavoro? Le aziende, piccole medie o grandi creano i posti di lavoro e per farlo hanno bisogno soprattutto di capitale umano capace di adattarsi ai cambiamenti di mercato e di lavorare in modo efficace, affrontando rischi e mostrando capacità di prendere iniziativa.

Imprenditivi punta a diventare un progetto nazionale, adottato in ogni scuola.

Noi ci auguriamo che possa essere proprio così, soprattutto per i nostri giovani, futuri leader, manager, impiegati: le coordinate per affrontare il mondo del lavoro servono a tutti!

 

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

mercoledì 1 Febbraio 2023