Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Il coming out degli eroi

Il coming out degli eroi

Nella più libera società di oggi ha iniziato da qualche anno a germinare il fenomeno del cosiddetto coming out, ovvero la pubblica dichiarazione della propria omosessualità. Come si è visto, lo hanno fatto anche personaggi famosi e dello spettacolo, esponendosi alle più svariate critiche dei media. Il mondo del fumetto, sempre attento ai fenomeni sociali, ha registrato questi fatti e pensato bene di dire la sua.

Prendiamo in considerazione il caso dei supereroi americani.

Sulle pagine di Gotham Central (2003-2006), che vedeva come protagonisti i poliziotti di Gotham City, si è scoperta l’omosessualità della giovane detective Renè Montoya e si è indagato il conflitto con la sua famiglia, profondamente religiosa. La stessa Montoya, a partire dal 2006, ha avuto una storia d’amore con una famosa eroina della DC Comics, l’adrenalinica Batwoman.

Ma il più chiacchierato è stato un outing avvenuto nella primavera del 2012, quello di Alan Scott, il primo personaggio a vestire i panni di Lanterna Verde, creato nel 1940. Sorprende come anche un personaggio con più di settant’anni di storia riesca ad essere ancora così duttile, tanto da annunciare al mondo la sua omosessualità.

Da poco si sono invece celebrate le nozze del primo supereroe dichiaratamente gay, Northstar, della squadra degli X-Men. Ne è passato di tempo, da quando si fantasticava malignamente su rapporti sessuali tra Batman e Robin.

Oggi l’omosessualità è rispettata dalla comunità supereroistica e dai lettori appassionati di quei fumetti. La Nona Arte insegna che la virtù di un eroe non è intaccata dalle sue preferenze sessuali, così come non lo è la virtù di una qualunque persona.

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

domenica 26 Giugno 2022