Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Giovani e lavoro: diventare psicoterapeuta, il percorso di Benedetta e Beatrice Angela

Benedetta Giacomozzi, 33 anni, psicologa specializzata in psicologia dello sviluppo e dell’educazione e specializzanda in psicoterapia cognitivo comportamentale e Beatrice Angela Menapace, 33anni, psicologa specializzata in gestione delle risorse umane e specializzanda in psicoterapia cognitivo comportamentale ci raccontano il percorso che le ha portate a raggiungere il loro obiettivo professionale.

Quando parliamo di psicoterapia a cosa ci riferiamo di preciso?

«La psicoterapia è una pratica terapeutica esercitata da un professionista, laureato in Psicologia o Medicina e Chirurgia, che abbia acquisito una specifica formazione post laurea e abilitato a trattare disturbi psicopatologici attraverso strumenti non farmacologici. Lo scopo della psicoterapia è quello di promuovere un cambiamento tale da alleviare in modo stabile la sofferenza emotiva».

Ci parlate del percorso di studi per diventare psicoterapeuta?

«Per conseguire il titolo di psicoterapeuta il percorso è il seguente: laurea magistrale in Psicologia (quinquennale), un anno di tirocinio professionalizzante post laurea, superamento dell’Esame di Stato, iscrizione all’ Albo degli Psicologi, conseguimento di diploma presso una scuola quadriennale di specializzazione in psicoterapia riconosciuta dal MIUR secondo la normativa vigente. Per ottenere il titolo di psicoterapeuta sono quindi richiesti 10 anni di studio post-diploma. Sia la formazione universitaria che di specializzazione richiedono studio costante, superamento di esami per la verifica dell’apprendimento e tirocini supervisionati da professionista senior».

Che indirizzi di psicoterapia ci sono e come scegliere quello più adatto?

«Tra i più diffusi vi sono l’orientamento psicodinamico, cognitivo comportamentale e sistemico relazionale ma questi sono solo alcuni dei molti modelli di riferimento. Tutti, nonostante le differenze nei paradigmi, perseguono l’obiettivo del superamento della sofferenza psico emotiva. Il nostro approccio è quello cognitivo-comportamentale: in estrema sintesi, parte dal presupposto che il nostro modo di agire e di sentire (comportamenti ed emozioni) siano dettati dal nostro modo di pensare. Col tempo, in funzione del temperamento di ognuno e della propria storia di vita, alcuni nostri pensieri diventano talmente automatici che non ci facciamo neppure più caso, col rischio a volte di far diventare disfunzionali ed automatici anche certi nostri comportamenti (pensiamo ad esempio ad una persona particolarmente incline alla rabbia, o ad una molto ansiosa). Il nostro lavoro consiste nel “dare voce” a questi pensieri, provando a non darli più per scontati, ma mettendoli in discussione e trovando delle alternative più adattive per leggere sé stessi, gli altri e il mondo».

Avere uno studio alla vostra età: quando avete iniziato e com’è lavorare “in proprio”?

B: «Abbiamo iniziato a piccoli passi: ho aperto lo studio nel 2018, ma sentivo l’esigenza di condividere il lavoro con altro collega e ho subito pensato a Beatrice. Il lavoro in proprio è ricco di sfide: devi crearti il tuo “mercato”, farti conoscere e poi saper aspettare, ma soprattutto è importante creare una rete di collaborazioni».

Molti giovani si rivolgono a voi per chiedervi consigli…

«Certamente, spesso le richieste riguardano l’università, le prime esperienze di lavoro e i rapporti interpersonali con l’altro sesso. Quello di cui ci siamo accorti, soprattutto in questo momento storico di emergenza sanitaria, è che le situazioni di isolamento e destrutturazione possono mettere in difficoltà i ragazzi».

C’è un consiglio che vorreste dare ad un giovane culla il sogno di diventare psicoterapeuta?

«Consigliamo di prendersi del tempo per riflettere sulle proprie possibilità, obiettivi, passioni e propensioni. Il lavoro di psicoterapeuta richiede un continuo aggiornamento che va oltre alla lunga formazione e all’aderenza a principi deontologici per garantire la promozione del benessere della persona. Serve una grande capacità nel saper osservare l’altro ma anche sé stessi: sapersi osservare significa sapersi mettere in discussione e questo a volte può essere faticoso e anche doloroso ma è un percorso di crescita estremamente arricchente e stimolante».

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Il #Moltiplicazionifestival 2022 ha avuto tra i suoi protagonisti i green content creator Alice P ...
  • Nel corso del #Moltiplicazionifestival è stato proiettato il documentario “PrimAscesa – la m ...
  • Tra gli eventi di apertura del Moltiplicazioni 2022, si è tenuto un dialogo d’ispirazione ince ...
  • Vi raccontiamo in quest'approfondimento l'incontro "Siamo Ovunque. Dialoghi ed esplorazioni sul m ...
  • La nostra redazione, lo scorso fine settimana, ha seguito il #moltiplicazionifestival di Rovereto ...
  • Puntuale come ogni anno, prima della fine dell’estate, anche nel 2022 è tornato Poplar Festiva ...

sabato 3 Dicembre 2022