Chiudi

Un'esperienza su misura

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previa acquisizione del consenso, cookie analitici e di profilazione, di prima e di terza parte. La chiusura del banner comporta il permanere delle impostazioni e la continuazione della navigazione in assenza di cookie diversi da quelli tecnici. Il tuo consenso all’uso dei cookie diversi da quelli tecnici è opzionale e revocabile in ogni momento tramite la configurazione delle preferenze cookie. Per avere più informazioni su ciascun tipo di cookie che usiamo, puoi leggere la nostra Cookie Policy.

Cookie utilizzati

Segue l’elenco dei cookie utilizzati dal nostro sito web.

Cookie tecnici necessari

I cookie tecnici necessari non possono essere disattivati in quanto senza questi il sito web non sarebbe in grado di funzionare correttamente. Li usiamo per fornirti i nostri servizi e contribuiscono ad abilitare funzionalità di base quali, ad esempio, la navigazione sulle pagine, la lingua preferita o l’accesso alle aree protette del sito. Comprendono inoltre alcuni cookie analitici che servono a capire come gli utenti interagiscono con il sito raccogliendo informazioni statistiche in forma anonima.

Prima parte6

cm_cookie_cookie-wp

PHPSESSID

wordpress_test_cookie

wordpress_logged_in_

wordpress_sec_

wp-wpml_current_language

YouTube1

CONSENT

Scopri di più su questo fornitore

Google3

_gat_

_gid

_ga

Scopri di più su questo fornitore

Giulia Piffer

Mi presento: mi chiamo Giulia Piffer, ho 18 anni ed abito in un piccolo paese vicino a Trento. Vivo con la mia famiglia composta da mamma Monica e papà Damiano (42 anni) e mia sorella Emily (15 anni). Adoro leggere, suonare il pianoforte e cantare. Io e mia sorella cantiamo in un gruppo di giovani che affronta concerti tematici quali la speranza, la libertà, la lotta alla mafia attraverso la musica pop spaziando da Giorgio Gaber a Emma Marrone. Sono una persona solare e socievole con tutti, sia grandi che piccini. Sono una volontaria della Croce Bianca Trento e due volte al mese faccio turno in ambulanza. Mi piacerebbe diventare un neurochirurgo e pertanto mi sto preparando un po' alla volta ad affrontare il test per entrare all'università. Mi piace molto la lingua tedesca ed ho conseguito più certificazioni in merito che mi permetteranno di frequentare l'università in Germania.

Gli articoli scritti da Giulia

Twitter:

sabato 2 Marzo 2024