Il fascino del cattivo

Il fascino del cattivo

Perfido, infido, il personaggio del “cattivo” tante volte ci affascina e ci diverte più di quello “buono”. Non apprezziamo forse maggiormente la bravura di un attore quando riesce ad essere perfettamente convincente nei panni di un mascalzone? Riccardo III, Macbeth, Shylock, Iago, non sono forse dei malvagi i più grandi personaggi creati da Shakespeare? Ma cos’è che tanto ci attrae di queste figure? Non tanto la loro malignità in sé, perché nessun uomo nasce crudele; a incuriosirci allora sono le origini, il perché del loro essere così.
‘Cattivo’ deriva dal termine ‘captivus’, che in latino significa ‘prigioniero’. Ora, se si pensa a come gli antichi Romani trattavano i loro detenuti, ridotti in catene, schiavizzati, o trasformati in gladiatori per massacrarsi a vicenda nel circo, non deve poi stupire che costoro si dimostrarono così poco amabili tanto da far diventare il termine ‘captivus’ sinonimo di ‘malvagio’.

UnderWord
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Questo articolo ci è piaciuto davvero molto! Leggetelo anche voi! Non è #pessimismo, è #Scienz ...
  • Vivere assieme, senza pregiudizi, senza erigere mura. Queste le premesse per un'Europa davvero Un ...
  • Un nuova riflessione sull'Europa: #speranza e #opportunità per realizzarla pienamente. #UnioneE ...
  • Stufi della sala pesi o del solito corso di pilates? Magari il chessboxing farà per voi. #novit...
  • Da cosa è nata l'Unione Europea e quali sono gli auspici per il #futuro? Una riflessione scritta ...
  • Un racconto nato da un #viaggio fatto tanti anni fa da un nostro bravissimo autore. La storia di ...

venerdì 12 ottobre 2018