Un parco per amico

Un parco per amico

Quanti italiani conoscono il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio sul Mincio (Verona) o il Giardino della Villa Medicea di Castello (Firenze)? Dovrebbero, perché sono i vincitori del premio Il Parco più bello d’Italia 2013, il primo per la categoria Parchi Privati, il secondo per i Pubblici.

Solitamente ci concentriamo sulla bellezza dei grandi monumenti, perdendo di vista i Parchi Naturali apprezzabili da grandi e piccoli. Ogni anno, a partire dagli anni Novanta, vengono premiati Parchi o Giardini, con il patrocinio di Associazioni culturali o Fondi ambientali, per valorizzare una parte meno conosciuta del territorio italiano. La giuria è composta da specialisti del settore, e tramite il sito www.ilparcopiubello.it si può dare un’occhiata ai Giardini, segnalarne di nuovi o prendere spunto per una gita.

Un modo diverso di fare vacanza che ha tanti pregi, soprattutto nell’era di crisi che attraversiamo: risparmio di benzina e mezzi (molti parchi sono più vicini a noi di quanto pensiamo), biglietti d’ingresso a prezzo abbordabile (se non gratuito), con sconti per gruppi e famiglie. Il guadagno non è solo nel portafogli: respirare l’aria depurata dallo smog, sentire il rumore di ruscelli o animali invece di quello di auto e fabbriche, imparare a riconoscere piante e insetti, fare esercizio camminando tra i sassi, è una cultura a cui ci potremmo sorprendentemente appassionare, soprattutto se al ritorno a casa l’effetto di pace si è trasferito nella nostra mente. Mente di solito troppo trafficata dalle preoccupazioni quotidiane per godersi un angolo di natura che non sia il cortile dietro casa.

In Italia solo i Parchi Nazionali sono 24, dislocati su tutto lo Stivale comprese le isole, quindi non resta che consultare l’elenco ufficiale e decidere di combattere i problemi da ufficio con la parte più verde della nostra sensibilità.

L'alternativa
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Un destino già scritto da altri e riflesso negli occhi bassi dell'indifferenza. Buona lettura! ...
  • Il disagio opprimente, invisibile agli occhi, che non da tregua. Ma anche il racconto di un viagg ...
  • Un racconto immaginario - oppure no - in attesa lungo i binari ferroviari. Buona lettura! #raccon ...
  • Talvolta guardando una fotografia, l'immaginazione si unisce alle parole ed il risultato è una s ...
  • Sfatare i luoghi comuni: la divertente cronaca di un esperimento botanico. La storia di un nostro ...
  • La meridiana Clementina: un capolavoro poco conosciuto nel pieno centro di #Roma. https://t.co/K ...

giovedì 7 febbraio 2019