Una Foresta lineare per combattere l’inquinamento

fo2-kozD-U43020909516584X9-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Nuovo escamotage contro lo smog. A giugno il Comune di Parigi ha inaugurato la Foresta lineare: un curioso sistema per combattere l’inquinamento derivante dalla presenza nell’aria di particolato e polveri sottili, molto dannosi per il corpo umano. Attorno all’anello autostradale che circonda la metropoli sono state messe a dimora oltre 13 mila piante, in modo tale da creare un vero e proprio polmone naturale. Accessibile al pubblico solo in parte, per permettere alla fauna di riprodursi senza intromissioni l’area si estende per 11500 metri quadri, ha una lunghezza di 300 metri e ospita al suo inteno 12800 piante perenni, 2840 alberi di varia dimensione, 720 piante rampicanti e 2000 arbusti

Un lavoro non da poco. Ci sono voluti due anni per realizzare un micro-ecosistema che andrà a regime tra 15 anni. Gli arbusti sono stati piantati in maniera ragionata in modo tale da alternarli ai cespugli, considerando anche la crescita delle fronde e delle radici, per permettere la penetrazione del sole sul terreno e il relativo sviluppo.
Accorgimenti ecologici secondo uno studio condotto dal United States Department of Agriculture Forest Service, in grado di salvare in mediauna vita umana all’anno, percentuale che sale a 8 vite all’anno nel caso di New York. La concentrazione nell’aria di particolato e polveri sottili determina mortalità precoce e arteriosclerosi, infiammazioni polmonari e problemi cardiaci.
Già lo scorso anno a Parigi fu inaugurata la Petite Ceinture, un parco urbano impiantato su una ferrovia dismessa che circondava la capitale francese; anche a Berlino è stato costruito un parco sulla vecchia linea ferroviaria per Potsdam, il Park am Gleisdreieck. New York non è da meno con il suo parco sospeso (The High Line) costruito su una ferrovia sopraelevata dismessa.

dezeen_stephen-burks-new-york-the-high-line_02

Secondo Michael Rains, direttore del Forest Service’s Northern Research Station e del Forest Products Lab, oltre l’80% degli americani vive in aree urbane contenenti oltre 100 milioni di acri di alberi e foreste, a dimostrazione di quanto gli americani investano nell’ecologia e nella salvaguardia della salute individuale.

In Italia qualcosa si sta muovendo: a Milano, dal 2007, è in fase di costruzione il Bosco Verticale: si tratta di due torri residenziali di cui la maggiore è alta 111,15 metri con 24 piani su cui verranno installati 550 alberi e la minore è alta 78 metri con 17 piani sui cui verranno installati 350 arbusti per un totale di8 900 m² di terrazze.

BoscoVerticale

L'alternativa
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Per informarsi bene bisogna avere buona capacità di #interpretazione e #menteaperta. https://t.co ...
  • #Mappiato: viaggio intorno al mondo con le canzoni di Franco #Battiato https://t.co/Gx0aK44cOW h ...
  • Un'interessante intervista sulle #dipendenze contemporanee​. https://t.co/S1o5PAun9b https://t.c ...
  • La difficoltà di essere davvero informati e aggiornati nel labirinto di #troll #fake nella socie ...
  • #Leggere che passione! Così tanti libri e così poco tempo per leggerli... https://t.co/hMCprdnvHH ...
  • Meravigliarsi è una cosa meravigliosa. Ma siamo ancora capaci di farlo? #meraviglia #tecnologia h ...

lunedì 7 agosto 2017