Lo sci. Uno sport sano e a contatto con la natura

Questo articolo fa parte del laboratorio Scrittori di classe

La mia passione per lo sci di fondo è nata grazie al mio amico Bruno che faceva parte del Gruppo Sciatori Brentonico e mi aveva consigliato di provare questo sport.

La prima volta che ho provato non mi è piaciuto molto ma mi sono fatto degli amici, ad esempio Greta, Mattia e molti altri. Successivamente c’è stato un campeggio proposto da questo gruppo e svoltosi in Polsa, sopra Brentonico (Tn): mi è piaciuto molto  e sono rimasto lì 15 giorni.

immagine

Durante queste due settimane ci si alzava alle 7.30, ci si vestiva e, indossate le scarpe, si faceva un risveglio muscolare che consisteva in esercizi vari. Finiti questi, ci si recava alla baita chiamata “Pravech” per la colazione, preparata dai cuochi (latte e cacao, latte bianco, tè con biscotti e tante cose buone). Finita la colazione, uno degli allenatori, Manuel, ci comunicava il programma della giornata, ad esempio, un giorno ci sarebbe stato da camminare e avremmo dovuto portarci l’acqua e indossare gli scarponi. Perciò siamo partiti tutti insieme con Bruno, un altro allenatore, con il quale si andava in giro per i boschi. Al termine di queste uscite si ritornava a “Pravech”: mangiavamo tutti assieme e poi avevamo un po’ di tempo libero. Verso le 14.30 si iniziavano tutte le altre attività: noi, ad esempio, andavamo con gli sci roller (degli sci con le rotelle), sulla strada da Brentonico fino in Polsa. Bisognava però stare attenti alle discese ripide perché questi sci non hanno i freni ed è necessario fare i movimenti giusti altrimenti si corre il rischio di farsi male.

Tutto questo si ripeteva quasi tutti i giorni: l’allenamento quotidiano, molto impegnativo, era funzionale alla preparazione per le gare di fondo che avremmo svolto.

Per prepararci alla stagione invernale e alle gare, i miei amici e io, andiamo a sciare sulle piste di San Giacomo di Brentonico, praticando lo skating (una sorta di pattinaggio con gli sci) e l’alternato (sci su tracce, detti binari). Purtroppo quest’anno la neve non si è vista e siamo dovuti andare a Tesero, in Val di Fiemme per allenarci. Molto spesso, dopo convocazione, partecipiamo anche a gare di fondo in varie zone del Trentino. Negli altri giorni ci alleniamo con il gruppo costituito da tanti amici, tutti con la stessa passione, lo sci. Gli allenatori ci preparano per farci migliorare nella tecnica, così alle gare invernali arriviamo soddisfatti e pronti per le varie sfide.

Infine, assieme ai gruppi sportivi della Val di Ledro, di Fiavè o del club Marzola di Trento, facciamo anche dei raduni di appassionati, che ci permettono di condividere esperienze, tecniche e di conoscere altre storie e passioni.

Scrittori di classe
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Esistono diversi tipi di #scuola. #ScrittoridiClasse propone una recensione che confronta due ist ...
  • Un nuovo articolo per #scrittoridiclasse, la rubrica di #Undertrenta racconta di #Sport, amicizia ...
  • Una #recensione di Adele Melpignano che ricorda a tutti, grandi e bambini, l'importanza di avere ...
  • #Scrittoridiclasse propone una recensione al famoso detective #Maigret, nato dalla fantasia di Ge ...
  • L'#agricoltura è la grande passione di un giovane #autore della nostra rubrica #Scrittoridiclass ...
  • Oggi, per la rubrica #scrittoridiclasse, Brahim Kadhi ci parla di spade, armi antichissime con un ...

martedì 21 marzo 2017