Sculture di carta

zzz

Sculture di carta ottenute dalle pagine di libri usati. Si tratta di volumi di seconda mano che l’artista Su Blackwell, classe 1975, ha letto e di cui dà la sua interpretazione in 3D. Utilizza materiali non propriamente tipici dell’arte, come libri o abiti, riuscendo a creare mondi immaginari che evocano atmosfere fiabesche. Un sogno cartaceo nel quale viene voglia di perdersi. Le sue fonti di ispirazione sono perlopiù le fiabe, i mondi incantati, le creature della fantasia. Le pagine dei libri si animano prendendo forma e dimensione, i personaggi si affacciano curiosi materializzandosi fra le pagine. Grazie ad un preciso lavoro di taglio e piega della carta, la creatività di Su si modella diventando quasi reale. Questi libri-scultura sono riposti in appositi contenitori come se fossero stati ritrovati in qualche museo vittoriano e ciò ne aumenta ulteriormente il fascino misterioso ed il valore. Colpisce soprattutto la capacità dell’artista di creare un’atmosfera magica intorno ai propri lavori tratti da libri di genere fantasy e di riuscire a trasmettere questa sensazione a chi guarda le sue opere. Gli spettatori entrano in punta di piedi in una dimensione onirica leggera e quasi impalpabile, rimanendo piacevolmente avvolti dai colori tenui di prati in fiore, dalla vivacità delle forme, dalla precisione di ogni realizzazione.
Da bambina Su si divertiva con le forbici, l’immaginazione come compagna di giochi e alcuni fogli di carta come solo materiale per rendere reali i suoi pensieri. Crescendo ed affinando la propria dote ha inventato questo modo sicuramente unico ed originale di raccontare le storie dei libri che più ama. Generalmente non progetta le sue opere, sono esse stesse che prendono il sopravvento e si materializzano lentamente come un sogno ad occhi aperti. La carta è il medium con il quale Su Blackwell «comunica con lo spirito del mondo» in maniera irreversibile, liberando creature e paesaggi dal profondo senso di claustrofobia, facendo prender loro coscienza dell’aria. La carta è un materiale malleabile, reattivo al tatto, facile da reperire e sicuramente economico.
Le doti artistiche di Su devono aver affascinato anche il mondo della moda, visto che riviste come Harper’s Bazar e Vogue le hanno dedicato ampi servizi.
I libri-scultura invitano ancora una volta a riflettere sulla fragilità del genere umano, dei sogni ignorati, dei desideri repressi. Rende consapevoli della necessità di una rinnovata magia, della ricerca mai paga di luoghi speciali dove poter vivere attimi di puro e semplice incanto.

xxxx

zzzzz

Cultura
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Recensione allo #spettacolo di #GabrieleLavia nel lavoro "L’uomo dal fiore in bocca…e non sol ...
  • Oggi nella rubrica #scrittoridiclasse parliamo del #Simposio di #Platone e dell' #amore #omosessu ...
  • #Articolo riguardate la #difficoltà di riuscire a raggiungere i propri #sogni e non farsi #tarpa ...
  • L'#emozione di passeggiare in #montagna raccontata in questo articolo di #Scrittori di Classe. #U ...
  • Fabiola ci parla di un #libro che raccoglie cento vite di #donnestraordinarie, esempio di grande ...
  • Articolo proposto dalla rubrica #scrittoridiclasse in cui ci viene spiegata la pericolosità dei ...

giovedì 27 aprile 2017