Ernia: “Do voce ai giovani contro una società vuota”

Matteo Professione, in arte “Ernia” e originario di Milano, è un giovane rapper classe 1993.
“Come uccidere un usignolo/67”, pubblicato dalla Thaurus Music, è il suo album di esordio contenente ben 16 brani che si dividono tra i due Ep: “Come Uccidere Un Usignolo” e “67”.

Quest’ultimo doppio album fa riferimento a “Il buio oltre la siepe”, romanzo della scrittrice statunitense Harper Lee. Al giovane rapper è piaciuto tanto il paragone tra l’uccisione di un bracciante nero e quella di un usignolo, tanto da farla sua e dare questo titolo al suo nuovo album. Usa soprattutto l’uccisione dell’usignolo per rappresentare un suo passato in cui, non ancora molto conosciuti, lui e il suo gruppo venivano attaccati pesantemente dalla rete.

ernia

Ernia fa parte della scena rap da una decina d’anni. Nel 2014 con il nome d’arte di Er Nyah, è membro dei Troupe D’Elite, gruppo milanese nato nel 2010 e formato anche dal rapper Ghali Fo, dalla cantante Maite e il beatmaker Fonzie Beat. In seguito allo scioglimento del gruppo, nel 2014, Ernia, si prende però una pausa, mollando temporaneamente la musica e girando tra Italia, Francia e Inghilterra. Il rapper ha spiegato questa sua decisione, dicendo: “Volevo dimostrare a tutti che io ero un’altra cosa e per questo mi sono preso il mio tempo.”

Dopo due anni di silenzio e dallo scioglimento del gruppo, Ernia si dedica nuovamente alla carriera musicale come solista e pubblica il singolo “Vuoto”, seguito dall’Ep “No Hooks”.

“Nella ballata di Mario Rossi c’è un momento in cui dico che si guardano sempre gli altri e la loro vita ci sembra sempre migliore della nostra perché la Rete è uno spettacolino e tu ti mostri nel modo migliore”, con questa frase Ernia fa riferimento alla rete e spiega quanto possa attrarre la vita di altre persone che vediamo solo attraverso questo mezzo. Tuttavia è proprio grazie alla rete che il rapper ha ottenuto il suo fresco successo.

Con l’aiuto dei social network ormai i diversi artisti riescono a farsi pubblicità da soli, riescono ad avere un confronto con i loro fan e follower , tenendoli sempre informati su nuove uscite o nuove collaborazioni, sulle nuove date in eventi a cui partecipano e sui propri tour.

Ernia è solo uno tra i tanti che adottano questo sistema, che sia per voler suo o perché sia costretto da quella che ormai è la tecnologia e il mondo virtuale, e a questo proposito dice che i social sono il mezzo di comunicazione principale per rapportarsi con i fan, specialmente quelli molto giovani e che Instagram è il principale mezzo perché permette anche ai giovani fan di essere sempre aggiornati in tempo reale.

 

 

 

Cultura, Scrittori di classe
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

giovedì 30 agosto 2018