Who wrote that rule?

Questo articolo fa parte del laboratorio Scrittori di classe

 

Who wrote that rule?” ossia “chi ha scritto questa regola?”. Quest’espressione viene utilizzata in America per motivare i ragazzi allo sport, in particolare, il suo scopo è quello di far comprendere ai giovani che chiunque può riuscire a conseguire i propri obiettivi: con l’impegno e la costanza i risultati sono assicurati.

 

foto pistorius

 

Spesso all’espressione “who wrote that rule?” vengono associati i nomi e le attività di alcuni noti atleti con lo scopo di far capire meglio il messaggio. Per esempio: chi ha detto che per giocare a basket bisogna essere alti? Muggsy Bogues, alto 1,60 metri, all’età di ventidue anni è stato scelto dai Washington Bullets durante i Draft della NBA. Oppure chi ha detto che per correre bisogna avere le gambe? Oscar Pistorius, seppur privo di una parte di entrambi gli arti inferiori, è riuscito ad ottenere il record nazionale della staffetta 4×400 metri e a diventare campione paralimpico. O ancora: chi ha detto che per giocare a baseball è necessario avere le mani? Jim Abbott ne ha solo una, ma nel 1988 ha vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi, mentre nel 1989 è diventato giocatore dei California Angels, gli attuali Los Angeles Angels of Anaheim, squadra della Major League, il campionato di più alto livello mondiale.
Quindi, se ci sono riusciti loro, chiunque, dotato di grande forza di volontà e disposto a fare sacrifici, può riuscire a realizzare i propri sogni.

 

foto basket

 

Io stesso, alle parole “who wrote that rule?”, ripetutemi dal mio allenatore di baseball, mi sento maggiormente motivato. Infatti, pur non essendo un provetto giocatore, in quanto pratico questa disciplina sportiva da soli due anni, sono spinto ad emulare i miei coetanei più esperti.

foto baseball

Penso che quest’espressione, tanto ripetuta dagli americani ai loro giovani, dovrebbe diventare uno slogan da utilizzare in qualsiasi ambito e non solo in quello sportivo. I ragazzi, qualsiasi attività svolgano, hanno sempre bisogno di un incentivo a dare il meglio di sé e la frase “who wrote that rule?” li renderebbe certamente più determinati.

 

Attualità, Scrittori di classe
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Recensione allo #spettacolo di #GabrieleLavia nel lavoro "L’uomo dal fiore in bocca…e non sol ...
  • Oggi nella rubrica #scrittoridiclasse parliamo del #Simposio di #Platone e dell' #amore #omosessu ...
  • #Articolo riguardate la #difficoltà di riuscire a raggiungere i propri #sogni e non farsi #tarpa ...
  • L'#emozione di passeggiare in #montagna raccontata in questo articolo di #Scrittori di Classe. #U ...
  • Fabiola ci parla di un #libro che raccoglie cento vite di #donnestraordinarie, esempio di grande ...
  • Articolo proposto dalla rubrica #scrittoridiclasse in cui ci viene spiegata la pericolosità dei ...

giovedì 27 aprile 2017