Voci dall’Europa: abbattere le barriere mentali

Riflessioni sull'Unione Europea nell'evento "Oltre le mura"

Dell’Unione Europea si sente parlare in continuazione, da dietro a uno schermo, attraverso i politici e sui banchi di scuola, ma le nuove generazioni sanno cos’è davvero l’Unione Europea? E soprattutto sono pronte ad accoglierla come un’idea concreta e vicina? Agli inizi questa veniva considerata sinonimo di uguaglianza, non capendo però la differenza tra uguaglianza morale e omologazione culturale, spesso forzata. Col passare degli anni gran parte delle persone hanno imparato a convivere con le differenze altrui, cercando di vedere in questo un valore aggiunto. Dall’altra parte, chi lascia la propria casa e ciò a cui tiene con la speranza di trovare in quello che dovrebbe essere un buon sistema europeo l’opportunità di crearsi una vita nuova, trova spesso difficoltà d’integrazione a causa delle barriere mentali che un sistema forte, l’Unione Europea, non riesce ancora ad abbattere. Sarebbe un vero peccato se tutti gli sforzi che sono stati impiegati andassero perduti.

 

 

Anonimo

razzismo

Attualità
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • E se vi dicessimo che questa volta la differenza l’hanno fatta degli studenti trentini insieme ...
  • È facile immaginare scenari alla Black mirror: e se una voce ordinasse all’assistente di esegu ...
  • Una giovane atleta e allenatrice dell' A.S.D. Rugby Trento ci racconta come ha vissuto questi mes ...
  • “L’albero degli Smartphone” – Valentina Federica Zeni | UnderTrenta: https://t.co/guKxHcZn2M ...
  • L’Europa di chi crede nel futuro – Marco Odorizzi https://t.co/w2s6hZc0wR
  • Open Mic Home Edition, con Sidewalk l’arte non si ferma – Federico Oselini https://t.co/kQGThtX ...

lunedì 1 Giugno 2020