La fine di un mondo pieno di facce

La fine di un mondo pieno di facce

A parlare è l’ISTAT: 59.433.744 le persone residenti in Italia (non gli italiani purosangue, come sbraiterebbero alcuni). Il 4,3% in più di 10 anni fa. Un incremento che, guarda caso, di purosangue ha veramente poco, pochissimo. Principalmente si tratta di sangue d’oltremare. Ogni 100 donne ci sono 93,7 uomini. (L’ISTAT non è passato in Parlamento, nelle Aziende, nelle Grandi Banche, nei posti che contano). I centenari sono 15.080 (L’ISTAT è passato in Parlamento e si è anche fermato a pranzo).

Ma ci piace guardare questo link e vedere che abbiamo sforato quota 7 miliardi e 100 milioni di facce. E che alcuni di noi dovrebbero prendersi cura di alcuni di loro, per responsabilità diretta. Soprattutto ora che, decaduta quella dei Maya, attendiamo una nuova profezia.

Attualità
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Parla di musica il nuovo articolo, ma anche di sogni, del ruolo della donna e di #pizzicasalentin ...
  • Realtà vs finzione nei libri: creare personaggi troppo basati sulle persone reali può avere anc ...
  • Il ruolo dello humor e della letteratura umoristica. Quello che c'è dietro la risata finale ce l ...
  • La critica tagliente, ironica e appassionata di una nuova autrice: «Boicotta la tassa, vinci il ...
  • Un'attuale riflessione ed un esempio reale di una convivenza pacifica tra culture differenti, e l ...
  • Un racconto di una parte di quotidianità contemporanea che purtroppo lascia l'amaro in bocca #na ...

giovedì 10 ottobre 2019