Gran Premio Nuvolari 2013

Ritorno al passato

Gran Premio Nuvolari 2013

Un giorno esci per fare un giro in bicicletta e ti ritrovi improvvisamente a viaggiare indietro nel tempo: iniziano a passarti accanto tantissime auto d’epoca a due posti, che corrono e suonano il clacson allegramente. È capitato a tutti quei fortunati che si sono ritrovati – di proposito o casualmente – nel percorso Mantova-Rimini-Siena tra il 20 e il 22 settembre.

Nella prima tappa sono partite da Mantova più di 250 vetture: Bentley, Bugatti, Alfa Romeo, Jaguar, Porsche e tante altre verso Rimini; il secondo giorno si sono dirette a Siena per poi tornare a Rimini in serata, soggiornando negli hotel più lussuosi; infine da Piazzale Fellini hanno attraversato Ferrara e il percorso si è chiuso a Mantova con la cerimonia di premiazione. I partecipanti – anche qualche coraggiosa donna al volante – provengono da tutto il mondo, soprattutto Svizzera, Italia e Germania. L’apertura e chiusura dell’Evento avviene a Mantova perché ha dato i natali al campione automobilistico Tazio Nuvolari (1892-1953), a cui è dedicato il GP. Non solo strade comuni: quest’anno le vetture sono passate anche dall’Autodromo Nazionale di Modena, da quello Internazionale di Imola e attraverso il Castello di Panzano (MO).

Durante il passaggio si vedono Lancia o Fiat con almeno cinquant’anni di storia sorpassare quelle nuove, come se la modernità non fosse altro che una copia del passato. Vedere quelle auto, spesso cabriolet, volare sulla strada e i capelli dei guidatori che svolazzano sotto i cappellini, fa intuire che il modo migliore per godersi la gara è correre con loro, nel vento che li accompagna. Non stare fermi sul bordo ma vederli andare, o aprire il finestrino e ascoltare il rumore meccanico delle marce che continua a trasportarli nel 2013 e oltre.

Approfondimenti
Lascia un commento

I commenti sono moderati. Vi chiediamo cortesemente di non postare link pubblicitari e di non fare alcun tipo di spam.

Invia commento

Twitter:

  • Parla di musica il nuovo articolo, ma anche di sogni, del ruolo della donna e di #pizzicasalentin ...
  • Realtà vs finzione nei libri: creare personaggi troppo basati sulle persone reali può avere anc ...
  • Il ruolo dello humor e della letteratura umoristica. Quello che c'è dietro la risata finale ce l ...
  • La critica tagliente, ironica e appassionata di una nuova autrice: «Boicotta la tassa, vinci il ...
  • Un'attuale riflessione ed un esempio reale di una convivenza pacifica tra culture differenti, e l ...
  • Un racconto di una parte di quotidianità contemporanea che purtroppo lascia l'amaro in bocca #na ...

martedì 15 ottobre 2019